Resta in contatto

Approfondimenti

Ora la Juve fa meno paura

La Juventus vista ieri è quanto di più lontano ci possa essere dal gruppo di cannibali che solo pochi mesi fa ha sfiorato il triplete. Una squadra impacciata che ha dato segnali di vita solo dopo ottanta minuti, risvegliata dai guizzi di Paulo Dybala e da un Douglas Costa che ha già dimostrato di poter fare la differenza.

Saranno proprio questi due gli osservati speciali da Massimo Rastelli e Nicola Legrottaglie, chiamati al difficile compito di organizzare una difesa compatta contro una squadra dalle individualità straordinarie. Individualità che sono croce e delizia dell’ex rossoblù Massimiliano Allegri, perché se da un lato un colpo dei suoi campioni può stravolgere la partita, dall’altro il collettivo ha mostrato di non essere più quella macchina perfetta arrivata sino a Cardiff.

A questo si aggiunga la propensione delle squadre di Allegri a partire col freno a mano tirato, un problema che vista la partita di ieri sembra tutt’altro che un’eventualità remota. La Juventus arriverà al debutto in Campionato con tanto nervosismo e una condizione fisica non ottimale, il Cagliari avrà dalla sua parte la tranquillità di chi non ha nulla da perdere. Ora è certo: a Torino non sarà una partita scontata.

50 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
50 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Altro da Approfondimenti