Resta in contatto

Approfondimenti

Amarcord: Vittorio Pusceddu, mancino esplosivo

Notoriamente la Sardegna non ha prodotto caterve di giocatori capaci di militare stabilmente in Serie A. Negli anni Ottanta e Novanta si fece notare un terzino – ancora si chiamavano così – mancino originario di una piccola cittadina sul mare: Vittorio Pusceddu.

Nato a Buggerru (Cagliari) il 12 febbraio 1964, si formò nelle giovanili rossoblù per poi esordire in prima squadra nella stagione 1984-1985. Serie B, il Cagliari sta vivendo le stagioni più tribolate dei recenti decenni. Quel ragazzo si comporta benissimo e guadagna la maglia da titolare. A fine campionato 30 presenze e 2 reti: il Torino lo porta in granata. Per Vittorio si aprono così le porte della massima serie, a 21 anni. Un laterale difensivo con un’arma molto potente, il tiro di sinistro potente e preciso che spesso lascia il segno. Inizia un giro d’Italia cambiando città ogni stagione: Ascoli, Udinese, Genoa. Poi l’ottima parentesi a Verona nel (1989-91), l’esperienza di Napoli e il ritorno a Cagliari da giocatore maturo: la prima stagione è da applausi, Pusceddu è devastante nell’anno della qualificazione in Coppa Uefa, con 7 reti che ne fanno il bomber ex aequo della squadra. Si ferma in rossoblù fino al 1996, quando emigra nuovamente per vestire una casacca importante come quella della Fiorentina. Un breve passaggio a Empoli e poi il ritiro dopo l’ultima annata al Torino nel 1997-98. Che bordate, Pusceddu!

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Murru neanche una mutanda vecchia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Bei ricordi del suo sinistro, gran bel gol contro il Malines

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

No

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Il Cagliari ha sempre avuto ottimi sinistri

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Murru il suo erede nemancu candu

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Grande

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Cappioli gliela tocca e Pusceddu calciava la punizione bomba. Mitico!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

hai ragione era Cappioli ???

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Quagliozzi?????????? dove l’hai visto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Il più forte terzino sx che ho visto giocare col Cagliari…insieme ad Agostini

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Arriva?

Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Fabrizio Cammarata

Ultimo commento: "Ancora con Cammarata? Basta! NON ha fatto niente di niente a Cagliari per essere menzionato. Riva merita Molto, ma Molto di più che Cammarata...."

Gigi Riva

Ultimo commento: "Su Riva è stato detto e scritto di tutto. Giocatore Immenso ed unico. Ma il suo carisma lo si può riassumere col termine usato da..."
Francescoli

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "Classe pura da grande campione, giocate stupende e professionalità indiscussa Uomo dai principi di vecchio stampo Grazie di tutto " PRINCIPE ", era..."
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "peccato che perdemo 4-2"
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Nel '67 avevo nove anni, ma ricordo quando la formazione iniziava con: Colombo, Martiradonna, Tiddia ... ('64)"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti