Resta in contatto

News

NS – Piras: “Calcio, ripresa giusta. Ma temo conseguenze psicologiche”

Piras

Uguale nome di battesimo, stessa passione per il gol, il rossoblù nel sangue e un numero 11 sulle spalle: Gigi Piras è stato erede più che degno di Riva nell’attacco del Cagliari. L’ex bomber selargino ha rilasciato un’intervista a La Nuova Sardegna

RIPRESA. “La ripartenza della Serie A è giusta, proprio come hanno ricominciato tutte le attività lavorative. Timore per gli infortuni dopo una lunga sosta? Non scherziamo: parliamo di atleti professionisti, seguiti con metodologie all’avanguardia rispetto ai miei tempi. Però nutro dubbi di altro genere“: così Gigi Piras, leggenda del Cagliari, classe 1954. “Temo che i calciatori possano essere condizionati psicologicamente dal contatto, con la paura di un possibile contagio“.

CAGLIARI 2020. “Per quanto riguarda il Cagliari attuale, è chiaro che Zenga non abbia ancora avuto modo di incidere. Ora inizia un altro campionato, però i punti di forza in rosa ci sono: eccome. Nainggolan, João Pedro, Simeone… c’è grande qualità complessiva. La crisi? Quando segnammo 5 gol alla Fiorentina, dentro di me pensai che potesse essere davvero un’annata magica. Purtroppo, è arrivata la serie di risultati negativi“, ha espresso Piras.

IL MITO. Il bomber selargino ricorda con piacere e orgoglio i primi contatti con il mito Riva: “Mi ha insegnato soprattutto che in campo non ci si arrende mai. Una fortuna potermi allenare con lui, poter carpire qualche suo segreto. Al primo ritiro con la prima squadra mi presi un suo rimprovero. Durante un allenamento, da posizione molto defilata, tirai facendo gol. Ma appena mi voltai vidi Gigi. Mi disse: ‘Ragazzino, da lì si deve crossare al centro‘ “.

ORGOGLIO. Traspare con grande forza l’orgoglio del campione: “Voltandomi indietro, non è stato facile. Nessuno è profeta in patria, giusto? Però ora mi rendo conto di aver fatto qualcosa di importante per il Cagliari. Forse avrei dovuto chiedere qualcosa di più quando si dovevano firmare gli ingaggi, però vestire sempre questa maglia è stata un’avventura magnifica.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News