Resta in contatto

Approfondimenti

Quando la maglia del Cagliari fu neroazzurra

C’è una storia che narra di una società, di una maglia e di colori sociali mutati nel tempo. Quella società è il Cagliari, e la storia in questione è stata anche oggetto di studi e ricerche confluite poi in un libro scritto da Mario Fadda, insegnante e storico sportivo.

Si racconta infatti che i primi colori sociali del Cagliari, nel 1920, suo anno di nascita, fossero il nero e l’azzurro. Sarebbero stati adottati, infatti, in onore dell’Inter, campione d’Italia di quell’anno. In effetti non fu esattamente così: i primi colori sociali furono proprio il rosso e il blu, un dato riscontrato nella prima partita giocata dal Cagliari nel suo anno di nascita, che lo vide di fronte ai cugini sassaresi della Torres. Entrambe le società si contraddistinguevano per gli stessi colori, così fu il Cagliari, nel suo esordio assoluto, ad adottare una maglia completamente bianca.

La prima apparizione della maglia rossoblù avvenne nel 1921, quando il Cagliari partecipò a un torneo di carattere regionale.

Ma quei colori neroazzurri sono mai stati indossati dal Cagliari? La risposta è sì: furono adottati nel 1925, dopo che il Cagliari Football Club si fuse con la S.S. Italia, altra società del capoluogo, dando vita al Club Sportivo Cagliari. Quei colori durarono per tre anni della sua storia, fino a quando cioè il nuovo presidente Costa Marras ripristinò quelli che furono i primi colori della società, ovvero il rosso e il blu. Chiusa questa breve parentesi, da quel momento in poi non ci furono altri cambiamenti.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti