Resta in contatto

News

Anticipo Serie A. Incredibile finale al Picco: sotto di un gol a un minuto dalla fine, lo Spezia batte 3-2 il Crotone

Sotto 2-1 i liguri segnano due gol nel finale e portano a casa una vittoria che vale ora per la salvezza a 8 gare della fine

Vittoria pesantissima salvezza per lo Spezia. Il 3-2 sul Crotone porta momentaneamente a +10 sulla zona retrocessione la squadra di Italiano. I calabresi di Cosmi pagano troppo gli errori difensivi nel finale.

DALL’INCUBO KO ALLA VITTORIA. Gioca con personalità e col piglio di una squadra che da ultima non mollerà fino a fine campionato l’undici calabrese. Che potrebbe passare in vantaggio tre volte nei primi 23’. Dopo 12’ Provedel, al rientro in campo dopo lo stop forzato per Covid, interviene con i piedi a salvare la sua porta sul tiro mancino di Benali. Sei minuti dopo colpo di testa in corsa di Ounas, che grazia i liguri. Cosa che, al 23’ fa di nuovo l’ex Cagliari sull’imbeccata di Messias mancando la sfera d’un soffio. Lo 0-1, meritato è solo questione di tempo. Tocco di giustezza con un dolce  pallonetto di Djidji, che al 40’ infila il portiere di casa. Gol convalidato dall’arbitro Sozza dopo l’ok al Var da parte del collega Banti. Squadre all’intervallo dopo 3’ di recupero. Italiano deve cambiare qualcosa, visto che la sua squadra non è mai arrivata seriamente dalle parti di Cordaz, eccetto un tiro altissimo di Pobega al 47’.

Sena e Farias a inizio ripresa in casa spezzina al posto di Ricci e Gyasi. Nonostante i due ingressi i padroni di casa continua ad avere difficoltà di costruzione fino al 14’, quando la botta di Nzola è deviata in angolo. Il Crotone sciupa la chance raddoppio un minuto dopo con Simy, che si vede vanificare tutto dall’intervento alla disperata di Erlic. Il pareggio arriva però al 18’: il tutto nasce da una sponda di Marchizza per Verde, bravo nell’allargarsi e (da posizione defilata) far partire un violento tiro col destro, che supera  Cordaz sotto la traversa. Al 22’ il portiere ospite deve uscire per salvare il 2-1 su Verde. Momento di nervosismo di Cosmi, soltanto redarguito dall’arbitro.

Non molla l’ultima della classe, che ritorna in vantaggio con Simy (sedicesima rete stagionale) al 33’, con il piatto a porta vuota, sul passaggio di  Zanellato. Due minuti dopo Provedel respinge con i pugni la conclusione ravvicinata di Luperto, salvando il 3-1, quindi la battuta di Ounas è rimpallata da Erlic. Dal gol fallito al gol subito, per colpa di una dormita della difesa ospite, che porta Maggiore a battere l’estremo difensore di casa al 44’, con un controllo e tiro vincente, sul passaggio di un Marchiza liberissimo. Addirittura lo Spezia vince: lo fa segnando al 48’ con Erlic, lesto a ribadire in rete un colpo di testa di Ismajli terminato sulla traversa.

 

25 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
25 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News