Resta in contatto

News

Serie A. Il Parma pareggia 2-2 a Benevento e rosicchia un punto al Cagliari

Nella zona bassa Spezia ko 2-1 nel finale in casa della Lazio, mentre la Fiorentina pareggia 1-1 sul campo del Genoa

Oltre a Cagliari-Hellas Verona (0-2) altre sei le gare giocate alle 15, in attesa degli ultimi due posticipi, validi per la ventinovesima giornata della Lega Serie A 2020/ 2021. Ecco come sono terminate:

ATALANTA-UDINESE 3-2. Muriel sblocca il punteggio al 19’, trovando la sfortunata deviazione di Bonifazi ad ingannare il proprio portiere Musso, il quale (38’) compie un grande intervento sul sinistro di Malinovskyi dal limite dell’area. Prima dell’intervallo arrivano il 2-0 bergamasco con Muriel (43’) sul passaggio di Malinovskyi, quindi al 45’ accorcia le distanze Pereyra, con un destro di prima intenzione trova l’angolo vincente.

16’ della ripresa Malinovskyi serve in verticale Zapata, che controlla bene e dopo l’ingresso in area batte Musso con un bel diagonale di destro. 26’: Forestieri trova Molina, che dalla destra arriva sul fondo, sterza e poi serve al centro l’altro esterno, Stryger Larsen, bravo da due passi a trovare la rete del 3-2.

BENEVENTO-PARMA 2-2. Barba fa sponda di testa e Glick, tutto solo, spedisce il pallone alle spalle di Sepe per il vantaggio siglato al 23’. 43’: sinistro violento di Lapadula sul primo palo, Sepe riesce ad intervenire parando la conclusione. A inizio ripresa D’Aversa opta per due cambi offensivi per cambiare una situazione che ormai è disperata, facendo entrare Kurtic e Busi. Al 10’ pareggio ducale: Bani spizza di testa, Montipò respinge la conclusione sulla testa di Kurtic che si trova al posto giusto al momento giusto. Sette minuti dopo gol di testa annullato a Gagliolo, per posizione irregolare. 27’: Caprari batte il calcio d’angolo dalla destra, Ionita svetta su tutti e spedisce il pallone alle spalle di Sepe. Palo di Busi al 39’ , Parma vicino al 2-2. Il pareggio arriva al 44’ con Man su sponda di Cornelius.

GENOA-FIORENTINA 1-1. Scamacca serve in allungo Destro che insacca al 13’ a porta praticamente sguarnita. Dieci minuti Castrovilli serve un assist a Vlahovic, il quale gira molto abilmente di prima con il sinistro sul palo lungo, siglando la rete dell’1-1. Al 7’ della ripresa rosso diretto per Ribery, reo di una assurdo fallo col piede a martello su Zappacosta, all’altezza della tibia. Decisione ineccepibile del direttore di gara. Il fuoriclasse francese che chiede scusa fin da subito e abbandona il terreno di gara senza protestare. 21’: Caceres imbecca Venuti che mette in mezzo un bellissimo cross su cui si avventa Bonaventura che però da distanza ravvicinata, manda alto di testa.

LAZIO-SPEZIA 2-1. Supremazia biancoceleste, in un primo tempo avaro di azioni, ad eccezione della chance avuta da Maggiore al 42’ (sul cross in area di Farias, che di testa manda il pallone di pochissimo a lato. 28’ della ripresa: gol pazzesco di Verde, con una rovesciata meravigliosa batte Reina e rimette in pari la partita. Al 43’ rigore per i padroni di casa, con Caicedo che dal dischetto non sbaglia. Nel finale la Lazio resta in nove per le espulsioni di Lazzari (51’) e al 52’ di Correa.

NAPOLI-CROTONE 3-2. Uno-due in 180” secondi per il doppio vantaggio partenopeo. Al 19’ Insigne calcia di prima e trova la rete complice la doppia deviazioni di Messias e Djidji. Al 22’ Fabian Ruiz serve Oshimhen, che sigla praticamente a porta vuota. Al 25’ errore di Manolas, Benali porta via palla e serve Simy che accorcia. Capolavoro di Mertens (34’) che trova una bellissima rete con un calcio di punizione diretto in porta, nulla da fare per Cordaz, che al 41’ viene graziato da Osimhen, poi Mertens centra la traversa sulla ribattuta.

3’ della ripresa: assist di Messias per Simy, il quale difende il possesso con il corpo quindi sigla. Non molla la squadra di Cosmi, che addirittura pareggia al 14’ complice l’errore di Maksimovic, col tiro mancino di Messias. 27’: Di Lorenzo punta il suo diretto avversario, si porta la palla sul mancino e con un tiro preso trova la rete del nuovo allungo. Alla fine, vince il Napoli, con tanta sofferenza.

SASSUOLO-ROMA 2-2. Palo di Maxime Lopez dopo 11’. Al 24’ fallo di Marlon su Peres, rigore che dagli undici metri sigla con un destro  Pellegrini. Primo tempo comunque equilibrato al Mapei Stadium. Al 14’ della ripresa clamorosa opportunità per El Shaarawy che, a tu per tu con Consigli, viene fermato dall’estremo difensore nero verde. 24’: Spinazzola lavora un buon pallone sulla sinistra e serve sul secondo palo Peres, che da ottima posizione pesca l’angolino. Al 44’ Oddei si propone sulla destra e serve al centro dell’area piccola Raspadori, che prende il tempo a Cristante e sigla il 2-2.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News