cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Anticipo Serie A: tra Spezia e Benevento un 1-1 che potrebbe giovare a Cagliari e Torino

Il pareggio del Picco non mette al sicuro dalla zona retrocessione liguri e campani dal possibile rientro di rossoblù e granata

Dal primo anticipo della ventiseiesima giornata della Lega Serie A arriva un pareggio per 1-1 tra Spezia e Benevento. Un punto a testa, che non era quello sperato da entrambe le squadre che, non scappano via a Cagliari e Torino, in lotta per evitare la retrocessione.

UN PARI DI PAURA. Lo scorso campionato a braccetto dalla Serie B alla A, oggi rivali con un occhio all’indietro rivolto verso Cagliari e Torino. Questo fa capire l’importanza del match, valido quale primo anticipo della ventiseiesima giornata.  Italiano deve rinunciare a Provedel (colpito dal Covid) e fa affidamento tra i pali su Zoet alla terza presenza stagione, Inzaghi fa a meno di Schiattarella e Insigne fuori per motivi disciplinari. Al 5’ Nzola va vicinissimo a sbloccare l’incontro sull’imbeccata di Gyasi, palla però fuori a porta vuota. A non sbagliare al 24’ è Gaich, all’esordio, il quale toglie dall’imbarazzo la sua squadra (che non segnava da oltre 300’) complice un bruttissimo errore di Terzi che regala il pallone a Viola, mettendo il rete il pallone con un sinistro che non lascia scampo al portiere di casa. La reazione ligure stenta, anche perché i sanniti seppur avanti, non abbassano il baricentro preservando la porta di Montipò, impegnato solo al 45’, un minuto prima del recupero fischiato dall’arbitro Forneau, da Verde con una conclusione da circa 20 metri deviata in angolo.

Al rientro in campo, Italiano si affida anche a Farias per riequilibrare il risultato. Al 12’ Salva Ferrer mette in area un pallone per Gyasi, cui colpo di testa e palla sulla traversa. Col passare dei minuti cresce la pressione dei bianconeri, i quali costringono i campani a retrocedere spesso nella loro metà campo e ottengono il pareggio al 26’ con Verde, che sul tiro respinto a Gyasi insacca col suo piede preferito. Tutto regolare al Var per Aureliano. Momento positivo per i locali, che (31′) colpiscono la seconda traversa del match, stavolta con Erlic di testa, con Monitpò che sembrava battuto. I padroni di casa pressano ancora, mentre i campani cercano di tenere, accontentandosi del pareggio, piuttosto che uscire sconfitti dallo scontro diretto.  Tuttavia al 45′, Improta ha la chance non concretizzata sottoporta per il 2-1. Al 48′ slalom di Marchiza e palla per Maggiore che in scivolata prende la schiena di Barba e non la porta. Alla fine un 1-1 che tiene in bilico entrambe da qui al termine della stagione.

Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La gara tra i granata di Juric e i biancocelesti di Sarri non si era...

Partita decisa dalla doppietta di Arnautivic, in gol nel primo tempo e poi dopo il...

Lo scontro diretto giocato al Penzo regala delle emozioni ma il punto non accontenta sia...

Dal Network

Il tecnico, prossimo avversario, è profilo gradito per la nuova stagione. Intanto il club...
La Roma ha spiegato le motivazioni per le quali bisognerebbe spostare il recupero della sfida...

Altre notizie

Calcio Casteddu