Resta in contatto

News

Anticipo Serie A: Benevento-Sampdoria si chiude 1-1. Punto più gradito agli ospiti

Nel sesto anticipo della seconda giornata di ritorno un punto a testa tra sanniti e liguri. All’ex Caprari risponde Keita Balde

PUNTI PESANTI AL VIGORITO. Sanniti e liguri vogliono mettersi sempre più al riparo da eventuali risalite dalle concorrenti che si trovano nella zona bassa. La gara odierna offre ad una delle due un’opportunità importante. Fase di equilibrio, che non viene spezzata al 22’ dal gol di Torregrossa, pescato dall’arbitro Aureliano di Bologna in fuorigioco. Uscita a vuoto di Montipò (26’) che poi recupera palla su Thorsby pronto al tiro. Meglio la squadra di Ranieri a livello di occasioni, con il suo portiere Audero che non tocca palla per 40’, ovvero fino alla parata su tiro di Improta destinato all’accorrente Ionita. Nel finale di tempo, chance vantaggio non concretizzate prima da Torregrossa davanti al portiere avversario, dopo aver ricevuto (42’) il pallone dalla punizione di Candreva, quindi l’estremo difensore di casa al 45’ tiene il match sullo 0-0, spazzando in angolo la girata velenosa di Keita Balde. Squadre al riposo dopo 1’ di recupero.

Parte invece l’undici di casa nel secondo tempo, creando prima l’occasione vantaggio con Caprari che sfiora il palo dopo 5’ e poi siglando grazie allo stesso ex di turno al 10’, battendo Audero sul primo palo sull’assist di Ionita.Il gol subito fa male ai blucerchiati, che hanno molte colpe a livello difensivo sulla rete rimediata. Audero protagonista al 17’, quando salva il 2-0 a Lapadula che scappato in contropiede, si era trovato a tu per tu. Altro intervento ancora sull’ex Lecce al 22’, sempre con uscita di tempismo coi piedi. Sta meritando il successo il team campano, che controlla il palleggio degli ospiti poco incisivi in attacco. Ranieri (29’) si gioca la carta Verre e Quagliarella per cercare almeno il pareggio.  Che ottiene Keita Balde, il quale col destro va in anticipo sugli avversari e segna al 35′, dopo la stupenda giocata di Damsgaard.  Schiattarella serve Sau, che sfiora il 2-1 al 41′. Nei restanti minuti, recupero compreso di 4, Damsgaard ad un passo dal gol della vittoria, col Benevento in pieno panico.  La contesa si chiude 1-1.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News