Resta in contatto

News

IL DRIBBLING DI… Mario Frongia. Cagliari, il baratro a Firenze: meglio guardarsi le spalle e lasciare i sogni di classifica

Joao Pedro sbaglia il rigore e i viola vincono in casa dopo…un secolo! Il progetto divertimento e bel gioco va in frantumi. Servono acquisti all’altezza

Più pedine pronte e di qualità, meno frasi fatte al vento. La realtà e i fatti sono palesi: il progetto “bel gioco, divertimento, parte sinistra della classifica” è crollato a Firenze. Poi, se verranno fatte le adeguate operazioni di mercato, se ne potrà riparlare. Adesso, quarta sconfitta di fila, con il Milan alla Sardegna Arena lunedì 18 gennaio alle 20,45, è meglio essere umili e guardarsi alle spalle: il Cagliari è diciassettesimo, alla pari con il Genoa, che affronterà a Marassi domenica 24 gennaio alle 15. Dietro ci sono solo Torino, Parma e Crotone, tutte sconfitte in questo turno come i rossoblù: un incubo. Ecco perché nel mezzo di una crisi preoccupante serve competenza e sangue freddo. Mentre vanno cestinate arroganza, presupponenza, interviste “sborone”, proclami e attività da marketing e non da campo. Meglio, riflettere. In fretta. La tifoseria non merita chiacchiere e bufale. Si salvi il salvabile, ma la risposta non sta nella cacciata di Di Francesco. Pero, una virata netta è indispensabile.

ALLA CANNA DEL GAS. Sia il mister degli isolani e il collega Cesare Prandelli avevano definita scontro salvezza. Il Cagliari non vince dal 7 novembre (2-0 alla Sampdoria) e viaggia alla media di almeno 2 reti subite a partita. La Fiorentina nelle ultime sei partite ha segnato solo sei volte. Squadre alla canna del gas o quasi. Le novità non mancano: Pisacane dal via, Oliva pure. Fuori Zappa e Ceppitelli. Il 4-2-3-1 ha Godin in campo, assente dal 23 dicembre. Ci sono gli ex Simeone e Sottil. Prandelli risponde con Callejon, assente da due mesi. Per un 4-3-2-1 con Bonaventura   e l’ex Napoli, più Amrabat e Pulgar in regia, alle spalle di Vlahovic. Nei primi 10’, Marin che senza pressione tira in curva e Lykogiannis che mette in corner un traversone innocuo danno idea di un Cagliari molto preoccupato. Poi, c’è il tocco all’indietro di Pisacane che smarca Vlahovic, Cragno la mette fuori. La posta in palio è immensa. Gara bloccata, pallone che pesa 15 chili, difficile annotare tre passaggi di fila. Poca serie A e quintali di incertezze da entrambe le parti: d’altronde, se messe assieme assommano 31 punti, c’è poco da pretendere. “Perché giochiamo sempre all’indietro” urla ai suoi Di Francesco. Per Marin e Oliva l’avvio è opaco. Anche Joao Pedro latita.

La partita è quasi oscena. Tira Pezzella, murato. Poi, la luce: Nainggolan illumina Sottil, il taglio viene però bloccato da Dragowski. Intanto, Giacomelli si rimangia al VAR un rigore fischiato per un fallo inesistente di Oliva su Vlahovic. Alla mezz’ora la squadra pare terrorizzata. La Fiorentina è altrettanto confusa e con idee poco incisive. Sempre Pezzella non trova la porta di un niente. Walukiewicz? Di sale. In mezzo al campo è un caos. Servirebbe personalità. Si marcia in equilibrio ma è calcio da dimenticare. Al 36’ Igor stende JP10: rigore Tirato male, che Dragowski blocca a terra. Male. L’argentino Martinez Quarta entra per Pezzella, stirato. 45’ jolly dal dischetto fallito a parte, da dimenticare.

SI RIPARTE. Simeone in vetrina: prima tira alto da 35 metri. Poi, si ritrova la palla in area ma si dimentica il pallone. Inciso: Caceres ha momenti quasi imbarazzanti, ma impegna Cragno. Callejon è quasi impalpabile. Nainggolan rimbrotta Oliva: in effetti, la palla va sempre all’indietro. L’uruguaiano prende il giallo. Il Cagliari va in affanno e non sa ripartire. Ma la Fiorentina non è messa meglio, anzi. Poi, Biraghi brucia Sottil e spara alto a pochi passi da Cragno. Si soffre. Simeone dà la scossa, rimpallo vincente su Martinez Quarta, pallonetto a lato. Nainggolan rallenta. Si combatte. Godin la mette alta di un niente su corner. Risponde Bonaventura, Cragno para di piede da pochi passi. C’è equilibrio, per la qualità meglio ripassare.

Poi, Marin perde un tackle, Callejon si ricorda di essere Callejon e mette la palla giusta per Vlahovic: 1-0 al 23’ della ripresa. Prandelli piazza Venuti per Caceres. Dragowski si salva fortunosamente di piede su tiro deviato di Marin. Il Cagliari reagisce. DiFra sente il terreno franare: fuori Pisacane, Simeone e il Ninja, dentro Zappa, Ounas e Pavoletti. I viola mutano con Kouamé e Borja Valero, fuori Vlahovic e Callejon. Borja Valero entra in area in dribbling: Godin e soci paiono birilli. L’essere molli è un pessimo segnale. Sottil esce per Cerri, Tramoni prende il posto di Oliva. L’assalto finale, tra disperazione e confusione.

LA VIGILIA. Per capire la sconfitta si deve ripassare dalle 48 ore, e dai tre mesi, precedenti. Con 14 punti, reduci da tre sconfitte, le ultime due in casa, 9 reti incassate e 4 all’attivo. Alla vigilia del match in Toscana le sensazioni sono state quelle di chi ha l’acqua alla gola. A due punti dal terzultimo posto (a quota 12 sostavano Parma e Torino, con il Crotone a 9 in coda al treno) il Cagliari ha sentito le fiamme dell’inferno. Raggiunto dal Genoa dell’ex Ballardini, alla pari con lo Spezia, il team rossoblù ha avuto un fine settimana da brivido. Al Franchi è andata come peggio non poteva.

SENZA RINFORZI SARA’ DURA. Intanto, dando conferma che i movimenti in entrata saranno limitati e condizionati da quelli in uscita, la società si rimangia strategie e obiettivi. Ad esempio, dopo essere stato tenuto da sempre in disparte (il Covid c’entra poco) Marko Pajac potrebbe ritrovarsi in gruppo in vista del Milan. Il difensore croato, che a sinistra agli osservatori non sembra certo meno all’altezza di Lykogiannis o Tripaldelli, pare destinato alla Salernitana. Ma ecco la retromarcia. Del tipo: Marko, abbiamo azzeccato poco, siamo alla frutta, devi darci una mano!”. Anche Di Francesco, visti i risultati, avrebbe cambiato idea. Misteri del calcio. Ma neanche tanto: con Pisacane – già ceduto al Lecce – hanno fatto lo stesso. Va preso un regista e una mezzala, il miracolo sarebbe se arrivassero anche due esterni. Chissà. Altrimenti, come va in questi casi, rischia di pagare Di Francesco. Ma in questo Cagliari neanche Guardiola-Ancelotti-Mourinho-Klopp avrebbero difficoltà a fare miracoli.

 

120 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
120 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Nicola
Nicola
2 mesi fa

Leggo in tanti che si lamentano di Carta, come se non fosse stato Giulini a fare sistematicamente fuori i DS che facevano il loro lavoro, perchè vuole essere lui a fare e disfare, e il DS deve solo essere lo scaricabarile a cui addossare eventuali errori. Il problema è che serve gente competente, seve pagare il giusto certi giocatori, perchè le prestazioni scandalose con cui ci stanno nauseando non sono in linea con le cifre che si portano a casa.L’allenatore non è adatto è evidente.

Alberto Antonini
Alberto Antonini
2 mesi fa

Giulini, con gli alti ingaggi a prescindere dai risultati porterai al fallimento il Cagliari. Con ingaggi più bassi e premi partita forse correrebbero di più. L’ho già scritto, questa squadra è piena di mangiapane a tradimento. Oggi abbiamo sentito Di Francesco che li chiamava all’opera e loro niente, come nulla fosse. Certo alla fine pagherà l’allenatore ma non dimenticare di fare piazza pulita anche di chi non suda la maglia per il Cagliari.

Mario deidda
Mario deidda
2 mesi fa

Con signorine come Sottil e scarponi come Cerri dove vogliamo andare! Calciatori strapagati per fare cosa? Grattarsi le p…. Molto meglio Ladinetti e qualcun altro della primavera. Presidente sveglia!!!!!!!!!!!!!!!!!

Adriano
Adriano
2 mesi fa
Reply to  Mario deidda

Questo è proporre. Bene.

Aaanton
Aaanton
2 mesi fa

Cellino glielo aveva detto durante le trattative di volare basso e tenere i conti sotto controllo, perché dalla retrocessione sportiva si può rinascere, da quella economica no….se scendiamo in B con questo monte ingaggi rischiamo di sparire dalle mappe del calcio.

AleCagliari
AleCagliari
2 mesi fa

Ho 50 anni e ricordo le gestioni Delogu,Amarugi,Moi,Orrù,Cellino e ora Giulini. Ho visto giocare centinaia di giocatori al S.Elia da Gigi Piras a Uribe, passando per Matteoli,Muzzi,Oliveira,Zola e tanti altri. Mi sono divertito,a volte esaltato e a volte ho pianto per la rabbia!Volavamo basso,cercavamo di prendere il meglio spendendo il meno possibile e a volte ci toglievamo qualche soddisfazione,umili e poveri! Il Cagliari oggi è ricco paghiamo più stipendi dell’Atalanta e questo è il risultato

Carlo
Carlo
2 mesi fa
Reply to  AleCagliari

Avresti dovuto fare un distinguo con i presidenti, visto che Amarugi e Moi hanno scritto le pagine piu’ nere della storia del Cagliari e le soddisfazioni da loro non sono certo venute!

regis64
regis64
2 mesi fa

Salvezza in qualsiasi modo poi un DS “vero” esempio Capozucca.

Aaanton
Aaanton
2 mesi fa

Pare che l’Adidas abbia richiesto indietro gli scatoloni con le maglie avanzate.

Geronimo
Geronimo
2 mesi fa

Con l’ennesimo progetto abortito Giulini ha chiuso. Troppa estemporaneità nelle mosse societarie. L’esonero del tecnico sarebbe la testimonianza del fallimento societario. Rinnegare il tutto dopo pochi mesi

Adriano
Adriano
2 mesi fa
Reply to  Geronimo

Bravo, analisi azzeccatissima.

Raff
Raff
2 mesi fa

Caro presidente 10 risultati negativi di fila conditi con 4 pareggi 6 sconfitte di cui 4 consecutive non hai ancora capito che hai fallito già prima di incominciare chi è ti ha consigliato i vari marin tripaldelli oliva Pereiro caligara tramoni godin si anche godin tramoni zappa tante promesse ma in serie a serve altro anche un allenatore se necessario ma soprattutto una società di serie A

Nicola puddu
Nicola puddu
2 mesi fa

Squadra spenta, giocatori che sono insoluti e ancora qualcuno protegge Difra? Non scherziamo serve una scossa tecnica e aria nuova in panchina per cambiare rotta. Il mister non lo seguono più e basta saper ascoltare le dichiarazioni non ufficiali per capire che non è ben visto dalla squadra

Rossano
Rossano
2 mesi fa
Reply to  Nicola puddu

A questo punto non ha senso licenziare Di Francesco ( anche se uno che insiste a far scendere in campo Cerri dimostra incapacità massima), invece occorre trovare dei marcatori difensivi perché è la difesa il punto più dolente, portiere compreso, troppo basso per la serie A. Ecco, non potendo cambiare almeno sette undicesimi, io cercherei di acquistare almeno due terzini, destro e sinistro

Claud
Claud
2 mesi fa

Quando si parla di progetto mi viene in mente quello che riguarda un geometra che realizza su carta la futura costruzione di un immobile Il progetto del Cagliari è solo su carta velina

Tonyos (già Forza Cagliari)
Tonyos (già Forza Cagliari)
2 mesi fa

C’è tanta confusione nella squadra, nella società, nei tifosi, anche nell’articolo scritto dal giornalista. Occorre ritrovare la calma e certo prendere le giuste decisioni, perché il campionato della parte destra della classifica si giocherà su pochi punti e ogni giornata può essere decisiva. Occorre agire subito e non sprecare altro tempo!

Titta2010
Titta2010
2 mesi fa

Frongia sei in gamba ma che partita hai visto? O meglio che modulo hai visto? Ma quale 4-2-3-1, il Cagliari è stato schierato col 3-5-2 con Sottil tutta fascia destra in quel ruolo che lo ha allontanato dalla sua Fiorentina, e la stessa Fiorentina non ha giocato col 4-3-2-1, ma col 3-4-2-1…insomma non ne hai azzeccato una.

nanni32
nanni32
2 mesi fa
Reply to  Titta2010

3-5-0….gli attaccanti inesistenti

Roberto Melis
Roberto Melis
2 mesi fa

Ma scherziamo? Neppure una partita decente e dobbiamo tenere l’allenatore? Qui ci vuole un allenatore importante e carismatico come Mazzarri. Mi dispiace ma Giulini deve mettere mano al portafoglio se vuole vedere la squadra giocare in modo adeguato.

Paolo
Paolo
2 mesi fa
Reply to  Roberto Melis

Sicuro che il problema sia l’allenatore? Sono sette anni (cioè da quando Giulini sì è insediato alla guida della società) che si dà la colpa al mister

Mauro Cadeddu
2 mesi fa

Oggi non mi sento di picchiare duro, al contrario di questo articolo.
Le premesse sono: la società ha deciso di continuare con l’allenatore, il progetto è fallito.
Fatte le dovute premesse io ho visto qualcosa di meglio rispetto alle precedenti partite, qualche tentativo di buona trama finalmente, il problema è che non se ne è concretizzata una…

Mauro Cadeddu
2 mesi fa
Reply to  Wirossoblu

… Non mi spiego infatti perché Marin non sia uscito, mentre Oliva sì è un po’ripreso alla lunga, Marin ha sbagliato tutto, tutto, persino l’ultimo calcio di punizione. Il pareggio sarebbe stato più giusto contro una deprimente Fiorentina.
Sottil ha sbagliato tantissimo e insistito troppo da solo, Simeone non segna più. Walu che lascia i palloni agli avversari senza saltare…

Mauro Cadeddu
2 mesi fa
Reply to  Wirossoblu

… Ora, leggo e padre proprio così che la rosa di stia dimostrando a non all’altezza. Tuttavia l’esperienza insegna che i calciatori non diventano Brocchi o campioni all’improvviso. Lo dimostra il fatto che Simeone i gol li segnava, Walu ha fatto buone partite, Sottil sa segnare, Nainggolan lo conosciamo. Lo dimostra anche il Milan, trasformato dall’arrivo di Ibra, anche senza Ibra…

Mauro Cadeddu
2 mesi fa
Reply to  Wirossoblu

Insomma… C’è qualcos’altro, manca la congiunzione astrale giusta. Capire cos’è spetta agli addetti ai lavori, speriamo bene.
Presidente, una cortesia, se dovesse decidere di cambiare allenatore, non chiami un altro profeta del bel gioco, o del gioco votato all’attacco ad ogni costo.
No Zemaniani, no Zenga, no Zola.
Magari un esperto di salvezze sarebbe più congeniale, grazie.

Riccardo Palmieri
Riccardo Palmieri
2 mesi fa

L’errore più grave sarebbe cambiare allenatore. I calciatori sono funzionali al gioco di EDF, andiamo avanti, lavoro e allenamento, molto mentale hanno paura di giocare. Un paio di innesti a centrocampo e ci salviamo. Quest’anno va così. Calma. Forza Casteddu!!

Adriano
Adriano
2 mesi fa

C’è un gennaio di calciomercato in cui cambiare allenatore e giocatori. Dimenticato?

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
2 mesi fa

Ne capone ne coda, guardo Joao in campo dopo il gol della fiorentina, e vedo i suoi occhi persi nel vuoto, vedo il Ninja praticamente sfinito dopo neanche un tempo di gioco, Walukievic che non sa marcare, Sottil che si perdeva Biraghi puntualmente, ne capo ne coda, completamente persi nel nulla assoluta, e parlare del nulla, e come sparare sulla croce rossa.

Adriano
Adriano
2 mesi fa

Finalmente Bruno! È la prima volta che leggo tue parole sensate. Avanti così e comunque sempre forza Cagliari.

Sandro V•
Sandro V•
2 mesi fa

Purtroppo abbiamo sbagliato gli acquisti estivi, ed ora in gennaio è difficile trovare gente pronta . Dobbiamo continuare cosi e pensare a salvarci con il materiale umano che ci ritroviamo . Cambiare allenatore ormai non serve , dopotutto quando abbiamo fatto i 14 punti il gioco l’abbiamo visto . Noi paghiamo più di altre squadre le assenze dovute al covid , perché hanno intaccato proprio l’11 titolare.

Mauro Cadeddu
2 mesi fa
Reply to  Sandro V•

Carissimo Sandro, potrei condividere anche tutto il resto di quello che hai scritto, ma non so dove tu abbia visto il bel gioco nei 14 pronti fatti.

Alberto Antonini
Alberto Antonini
2 mesi fa

Ennesimo gol avversario sulla fascia di Lyko, ormai tutta la seria A l’ha capito, tranne noi.

Hypert
Hypert
2 mesi fa

La palla l’ha persa Marin (per la millesima volta), giocatore di una nullezza assoluta.

L’ultima punizione è da far vedere nelle scuole calcio per NON si deve battere: invece di un traversone forte e teso, per cercare la spizzata, un inguardabile palla lentissima che peraltro è finita direttamente fuori.
Non sa giocare. Punto.

Aridatece i soldi.

beppe
beppe
2 mesi fa

l’uomo se lo ha perso godin…

Alessandro
Alessandro
2 mesi fa
Reply to  beppe

Diciamo che il tutto è nato dall ennesima palla persa da quella sagoma di Marin

@lepaul52
@lepaul52
2 mesi fa

Non diamo colpa solo alla squadra, JP deve imparare a calciare i rigori, la palla si spinge o si accompagna in rete, tu pedali nel calciare sei ridicolo, on sai saltare l’uomo troppo sopravvalutato ilnr 10non e’ x te!! Impara Rivelino oaltridel passato!!! Cmq Forza Cagliari!!!

Rob
Rob
2 mesi fa
Reply to  @lepaul52

Joao Pedro come rigorista non mi è mai piaciuto ma è assurdo discutere ancora il secondo marcatore in A del Cagliari di tutti i tempi

beppe
beppe
2 mesi fa

ricompriamoci ionita, cigarini, romagna e perche no anche padoin, ci meritiamo i punti che abbiamo, Forza Cagliari.

Luca
Luca
2 mesi fa

Le responsabilità vanno sempre divise tra la società allenatore e giocatori

Hypert
Hypert
2 mesi fa

Non vivo più a Cagliari e tuttavia ero riuscito a fare innamorare anche mio figlio dei nostri colori.
Adesso non vuole più vedere le partite perché, dice “la nostra è l’unica squadra di A che non da mai una soddisfazione”.

Ecco: stagioni come quelle che stiamo vivendo da un anno a questa parte lasceranno anche questi strascichi: i ragazzi tiferanno per altre squadre…
Perché noi abbiamo vissuto anche un altro Cagliari, ma loro no.
Che tristezza.

Leon
Leon
2 mesi fa

Gentile Ignazio Caddero (per onestà intellettuale) domani quando parlerà su Radio Sportiva faccia il favore di rendere pubblicamente tutto il disappunto, la sofferenza, il malumore …etc etc del tifo cagliaritano, non si limiti (non voglio insegnarle il mestiere) nel dire quello Giulini vuol sentirsi dire cioè che è bravo e non sbaglia mai, anzi se ha l’opportunità gli dica da parte nostra che siamo neri, neri, neri…

Karl
Karl
2 mesi fa

Mi sa che nei monopoli del Cagliari Calcio, dovrebbero aggiungere “Via Di Francesco”

Luca
Luca
2 mesi fa

Sicuramente una scossa a muso duro va fatta ( magari è già stato fatto) ma credo che la squadra ha dei limiti tecnici importanti e al netto degli infortuni e covid( non hanno mai giocato tutti i titolari insiem) è una squdra costruita male con troppe incognite e con limiti che anche l’anno scorso si notavano

massimo
massimo
2 mesi fa

Servono rinforzi VERI:giocatori di livello e pronti subito:duncan va bene ma non basta. Serve un centrocampista centrale da mettere davanti alla difesa capace di verticalizzare.serve almeno uno esterno basso bravo a difendere !Andrea conti lo tratta il Torino e noi non possiamo? Perchè?

Leon
Leon
2 mesi fa

Mi piacerebbe sapere se tutte queste cose scritte, compresi i commenti dei tifosi, vengono letti in società….ringrazino che non si può andare ad Asseminello o stadio..

Michele Zedde
2 mesi fa

Ripeto… sono stato aspramente criticato e da qualcuno di voi insultato pesantemente quando ho scritto che qualcuno dovrebbe andare al centro sportivo a svegliarli magari anche con 2 ceffoni… se non stasera magari domani, qualcuno dovrebbe andare a dare una scossa forte a questa banda di se..e.. devono capire che la bella vita deve finire… devono tirare fuori le palle… devono sapere a chi rendere conto… devono se meritano prendersi anche due ceffoni…

Michele Zedde
2 mesi fa
Reply to  Pampa23

una sana contestazione non ha mai fatto male a nessuno… da parte della nostra tifoseria più calda abbiamo visto contestazioni ben più pesanti e per situazioni meno gravi… e non mi capacito perché non sia successo… o forse non è successo perché nella dirigenza c’è un noto esponente che li tiene ancora buoni… Non so… ma deve succedere

CC 1920
CC 1920
2 mesi fa
Reply to  Pampa23

Concordo chi non a voglia fuori dalle scatole

A
A
2 mesi fa
Reply to  Pampa23

Forse perche’ la gente ha qualche preoccupazione piu’ seria di una partita di calcio?
Covid-disoccupazione etc….
E poi xche’ siamo in un periodo dove gli assembramenti sono puniti penalmente…
E gli sc si sono gia’ presi diffide x ca-crotone…

Michele Zedde
2 mesi fa
Reply to  A

Guarda che io lavoro con i COVID e quindi so quali sono le preoccupazioni maggiori…

A
A
2 mesi fa
Reply to  Pampa23

E allora risparmiaci chiamate alle armi x una partita di calcio e invocale x motivi piu’ seri…vedi scorie nucleari e disoccupazione

CC 1920
CC 1920
2 mesi fa

Poi mi dovrebbero spiegare (chi era in campo) perché durante un contropiede si sono fermati e data la palla indietro, roba senza senso

Cornelio M.
Cornelio M.
2 mesi fa

Speriamo che arrivi Sarri, Allegri o Spalletti. In mancanza Mazzarri, Andreazzoli o Zaccheroni

Mauro Cadeddu
2 mesi fa
Reply to  Cornelio M.

Sceglierei proprio Festa, non fece male

A
A
2 mesi fa
Reply to  Cornelio M.

Io non disdegnerei nemmeno guardiola o klopp…
Ma hai capito che i soldi non ci sono???
Hai capito in che situazione sono le società italiane?
Hanno chiesto il rinvio del pagamento degli stipendi di ottobre e novembre…

Rob
Rob
2 mesi fa
Reply to  A

I soldi li hanno usati tutti per gli ingaggi di Di Francesco, Godin, Pereiro.. E per comprare Marin

A
A
2 mesi fa
Reply to  Rob

Esatto…scelte assurde ma ora la situazione e’ questa….
Ha fatto 6 nomi…
Allegri prende 7 milioni
Sarri 4
Spalletti 4,5
Zaccheroni e’ in pensione
Andreazzoli un’altro difra
Mazzarri prende 2,2 milioni

A
A
2 mesi fa
Reply to  A

Ti sembra uno che ragiona?
Ora come ora se cambi,o prendi Semplici o Nicola…altri nomi spendibili non ne vedo…
Altrimenti si punti a Festa …
Ma mi puzza di un ritorno di Rastelli…mi vorro’ sbagliare

Arturo CAPORALE
2 mesi fa
Reply to  A

Attenzione che al peggio non c è mai fine. Giulini ha in testa stramaccioni..

Pinu
Pinu
2 mesi fa

Dimenticavo, perdere con la Fiorentina una squadra di scarponi è il massimo, mi è comunque sfuggito che noi siamo molto bravi a resuscitare i cadaveri. Tutto questo ci fa capire, che dopo 17 partite il Mister ha ancora bisogno di rimescolare le carte del mazzo. Chissà che la notte a qualcuno…. non serva per riflettere, a evitare ormai illusioni di sogni di gloria, ma non evitare purtroppo incubi di retrocessione se non si vede in faccia la realtà,intervenendo prima che sia troppo tardi..

Adi Gozzi
Adi Gozzi
2 mesi fa

Ci sono 10 nazionali ma la squadra non c è! la responsabilità , mi spiace dirlo, ma è di questo mister

CC 1920
CC 1920
2 mesi fa
Reply to  Adi Gozzi

Proprio perché sono nazionali come dici te certi errori non dovresti neppure vederli, correre e sudare le scuse stanno a zero

Michele Zedde
2 mesi fa
Reply to  CC 1920

Bravissimo

Il gallurese
Il gallurese
2 mesi fa

La cosa peggiore è che abbiamo perso contro una squadra di scappati di casa alla quale mancava ribery e castrivilli e con mezza squadra in partenza( i vari Duncan…. Pulgar e kouame lasciamoglieli per carità)

Marco 80
Marco 80
2 mesi fa
Reply to  Il gallurese

Vedrai che un paio di quei due bidoni ce li rifilano

Ajó Casteddu
Ajó Casteddu
2 mesi fa
Reply to  Il gallurese

So troppu pacati…. Siddhu erani stati cu lu culu strintu a fini mesi pensu chi aiani djucatu tutta là dì… A trabaddu si no rendi ti ci bocani in 5 minuti.

Ajó Casteddu
Ajó Casteddu
2 mesi fa

Bisogna guadagnarsi una dignitosa salvezza e avere giocatori coi cogl… sotto.

Victor
Victor
2 mesi fa

Che tristezza, anche i tifosi più pacati, più ottimisti non ne possono più, non si può più difendere l’ indifendibile. Io son veramente amareggiato e preoccupato. Come si fa a schierare certi giocatori io veramente non me ne capacito, ancora qualcuno ha il coraggio di difendere Pisacane? Qualcuno parla di lui come un difensore veloce agile , qualcuno parla di attaccamento alla maglia

Mauro Cadeddu
2 mesi fa
Reply to  Victor

Io… Sì, difendo Pisacane, e anche Ceppitelli. Li abbiamo criticati tanto e alla fine se li metti fanno meglio di tutti, mr Godin compreso… Po carirari

Alessandro
Alessandro
2 mesi fa
Reply to  Wirossoblu

Se ragioniamo con “deve giocare il meno peggio” siamo messi bene.
Poi con questa storia dell’attaccamento alla maglia non se ne può più. Se si sta parlando di Conti o Cossu che erano fondamentali in campo ok, altrimenti di che parliamo. Se una squadra ha un progetto da parte sinistra della classifica non può avere Pisacane.

Alessandro
Alessandro
2 mesi fa
Reply to  Alessandro

Vi pare che le altre società tipo Atalanta si facciano impietosire dell’attaccamento alla maglia se un giocatore non rende ?

Luca
Luca
2 mesi fa
Reply to  Victor

Con tutti i limiti tecnici di Pisacane non si è mai tirato indietro in questi anni e credo che ha fatto molto di più rispetto alle suoe possibilità, considerando che non gli è mai stata data fiducia quest’anno che dovrebbero averlo già venduto e si è trovato in una situazione generale veramente critica

Rob
Rob
2 mesi fa
Reply to  Luca

Giusto. Perché oggi Pisacane avrebbe dovuto salvare il c.. o a D e G dopo il trattamento ignobile ricevuto?
Comunque, per inciso, è Godin che fa sfilare verso Cragno il passaggio non accorgendosi dell’ avversario in agguato..

Danilo Riccardi
2 mesi fa
Reply to  Victor

Scusa ma il “Regista” Marin lo hai visto in queste 17 Partite nelle quali Pisacane non aveva Mai Giocato? Sei Fissato….

Victor
Victor
2 mesi fa
Reply to  Giangi61

Ma quale fissato, siete voi fissati nel difendere Pisacane, io ho fatto il nome di un giocatore impresentabile in questa categoria, hai ragione dicendo che Marin é scandaloso, io non salvo nessuno caro Giangi 61 , ripeto che é impossibile difendere qualcuno. Penosi

Victor
Victor
2 mesi fa
Reply to  Victor

Qualcuno scriveva settimane fa che Joao pedro meritava la nazionale , siamo al delirio, c é grande confusione anche tra noi.
Nessuno si aspettava questo circo. La società Cagliari Calcio é un circo

emiliano
emiliano
2 mesi fa

Se si acquista un Duncan e si riesce a schierare una squadra così..cragno farago likogiannys nandez klavan godin Nainngolan duncan pavoletti joao pedro simeone allenata da Mazzari o Andreazzoli in B non si va se si esonera di francesco oggi o domani.

Victor
Victor
2 mesi fa
Reply to  emiliano

Anche io son per Mazzarri. Mettiamo da parte antipatie e pensiamo a salvarci

Matteo68
Matteo68
2 mesi fa

Ancora a parlare di sogni di mezza estate? Siamo una squadraccia,giochiamo sempre all indietro. Proprio ora sto ammirando il Sassuolo in 10 uomini,costringere la Juve in difesa. Ma quali sogni,meritiamo la B, Ammettiamolo.

Danilo Riccardi
2 mesi fa
Reply to  Matteo68

Noi contro la Juve pressoché Inesistenti.

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa

Sogni di classifica ????????
Siamo seri e lottiamo x salvarci, questo anno altro campionato anonimo e ricco di delusioni.

Pinu
Pinu
2 mesi fa

Qui Sig. Frongia altro che sogni di classifica, incubi, ormai come si dice in gergo, noi tifosi ci abbiamo fatto il callo ormai, l’anno passato l’illusione di centrare l’Europa per il centenario, quest’anno il progetto con Mister Di Francesco, per non andare in serie B. Se questi erano gli obbiettivi societari siamo a posto, certo che con il monte ingaggi di alcuni giocatori, un grande affare per società e sopratutto noi tifosi😭😭😭😭che dispiacere un tunnel senza luce.

Loris
Loris
2 mesi fa

L’anno scorso il Cagliari dei Vecchietti era nelle ultime posizioni kilometri fatti in gara … quest’anno , con squadra giovane , c’è chi ( da mettere alla porta Immediatamente) parla di … Stanchezza … x me : Filo Spinato Nelle Palle e Pedalaree !!!! … p.s.: Joao : VERGOGATI !!! VAI A FARE GOL ALL’OLBIA !!! …. OD … IN NAZIONALE BRASILE … come …qualcuno .. auspica 🤣

Nicola puddu
Nicola puddu
2 mesi fa
Reply to  Loris

Lo scorso anno avevamo Debellis uno dei migliori preparatori in Italia ora abbiamo uno che allenava i dilettanti in Molise dove Difra faceva il consulente di mercato dopo che lo avevano cacciato come team manager dalla Roma xke non tutti hanno dimenticato che prima faceva il team manager il maestro del calcio

Danilo Riccardi
2 mesi fa

Concordo al 100% con Tutti i Commenti.

Arturo CAPORALE
2 mesi fa

Frongiia non si è manco acorto.che abbiamo giocato con la difesa a tre! Lassa perdi 321 via

Adi Gozzi
Adi Gozzi
2 mesi fa
Reply to  Arturo

Infatti … dice che abbiamo giocato con il 4231…. eravamo a 3 dietro … anche Frongia come Difra…. confusione totale

ZioFranco
ZioFranco
2 mesi fa

“…..Ecco perché nel mezzo di una crisi preoccupante serve competenza e sangue freddo. Mentre vanno cestinate arroganza, presupponenza, interviste “sborone”, proclami e attività da marketing e non da campo. Meglio, riflettere. In fretta. La tifoseria non merita chiacchiere e bufale….”. Frasi da mettere sul comodino di Giulini in modo che le legga tutte le mattine. Però chiedere la competenza alla società è esagerato: è come cercare di fare le spremute con le rape….

Mario Leo
2 mesi fa

Ci vuole un DS di esperienza, è non collaboratori scarsi, sveglia presidente!!

emiliano
emiliano
2 mesi fa

La rabbia lascia il posto alla abitudine alla normalità di un insuccesso, lascia il posto al silenzio al vuoto. Quali sogni? Quale asticella? Carta? Cossu? Tramoni? Luvumbo? Tripaldelli? Zappa? Marin? Carboni? Il talento insuperabile Waluckiewick? E’ un film già visto, Zeman Longo e quella combricola di ragazzini da voler lanciare che ci hanno portato in B. Si deve avere il coraggio di ammettere il totale fallimento di un progetto, e esonerare subito un DiFrancesco allo sbando.

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa

Sig Frongia,
noi tifosi non chiediamo miracoli, ma una squadra che sappia giocare calcio con una identità ben definita.
Siamo in crisi totale e sembra che voi Giornalisti ed addetti ai lavori forse non capite che andando avanti così si va diritti in serie B.
Questa è una lunga agonia cominciata da almeno 35 partite fa’.
Se non si interviene rimodellando la squadra con acquisti mirati e cambiando guida tecnica, sarà un calvario pieno di delusioni.

Danilo Riccardi
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

Quanta Amarezza. La cosa Peggiore è che non ci siamo Mai aspettati la Luna ma ogni anno sempre Campionati Deludenti, Pochissime Soddisfazioni e poi alla fine non è che Tocca sempre agli altri Retrocedere no? Evidentemente quest’anno ci Tocca.

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa
Reply to  Giangi61

Se facciamo operazioni di mercato corrette, almeno due centrocampisti +Radja , e sistemiamo la difesa ci possiamo salvare.
IO HO PAURA che gli addetti ai lavori, dal Presidente a Di Fra e passando ai giocatori,NON HANNO CAPITO che continuando così la B è sicura e meritata.
Mancano 21 partite, non possiamo continuare a fare figure di mxxxa !!!!!

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

In Coppa i RossoBlu verranno a BG che è casa mia, lasciamo perdere e mettiamo le riserve delle riserve, poi con Milan e Genoa ho paura che la nostra classifica peggiorerà e la crisi continuerà. La nostra fortuna è che almeno 4-5 squadre sono messe male come noi.

frank
frank
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

ma purtroppo in questo momento siamo i peggiori insieme al crotone!!!

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa
Reply to  frank

Crotone,Parma e Cagliari

Gio'1
Gio'1
2 mesi fa

Julius VATTENE assieme a quella marmaglia di pseudo collaboratori di cui ti sei circondato !!!!!! spero che abbia capito che sei un un’incompetente della peggior specie… dopo 7 anni non hai azzeccato un allenatore…anzi penso che i mister arrivati a CA nn siano tutti dei brocchi quindi sei tu un perdente che ti metti in mezzo alla campagna acquisti e nn ne sai un caxxo….unico che ha provato a tenerti testa lo hai mandato via……Capozucca ritorna

Gio'1
Gio'1
2 mesi fa
Reply to  Gio'1

Di un fatto bisogna dartene atto, sei bravo nel marketing cioe’ lo specchietto per le allodole cioe’ tutto fumo e niente arrosto cioe’ tutto immagine e si vede ZERO fatti….se pensi che costruire una squadra sia solo mettere i soldi e comprare per comprare scordatelo ci vuole fiuto e persone capaci che sappiano amalgamare le risorse umane che sappiano di psico;ogia spor

Victor
Victor
2 mesi fa

La cosa che sinceramente mi preoccupa é che il Cagliari ha bisogno di rinforzi, ma questi rinforzi deve andare a cercarli una persona come Pierluigi Carta

Mario
Mario
2 mesi fa

Se il Cagliari fa ridere su tutto il fronte lo deve a un presidente incapace, a un allenatore incapace (il piu’ pagato della storia del cagliari peraltro) e a commentatori come lei caro Frongia che dall’inizio ci ha spacciato Di Francesco come il meglio fra gli allenatori. Uno peggio dell’altro. Pogarirari

Claud
Claud
2 mesi fa

Frongia ma che titolo hai fatto? Credo non ci sia più nessuno ancora illuso di rincorrere sogni di classifica ne da parte della squadra ne da noi tifosi già da diverse settimane. Non mi sembra molto aggiornato.

Giampaolo
Giampaolo
2 mesi fa

Sogni ??? Ma di cosa parlate ??? Se ci siamo salvati oggi non lo faremmo la prossima settimana……nel senso che saremmo terzultimi……però tranquilli aspettiamo per gli acquisti, ce tempo fino al 31…..cercasi DS disperatamente…..

Puzzikorru
Puzzikorru
2 mesi fa
Reply to  Giampaolo

Ti quoto.. situazione surreale non immaginata a inizio campionato.. urgono acquisti ma si aspetta l’ultimo giorno per far sfumare giocatori di qualità e prendere bidoni in stile Paloschi o Birsa ecc.. mi spiace per DiFra.. ma non vedo gioco.. non vedo trame.. passaggi riusciti o occasioni reali per far male..

Puzzikorru
Puzzikorru
2 mesi fa
Reply to  Puzzikorru

Segue: non concepisco questi scarichi all’indietro per impostare.. non capisco come si possa partire in contropiede per poi fermarsi e scaricare indietro anziché tentare un filtrante.. troppe lacune e gioco confuso..non concepisco questi scarichi all’indietro per impostare.. non capisco come si possa partire in contropiede per poi fermarsi e scaricare indietro anziché tentare un filtrante.. troppe lacune e gioco confuso..

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Gigi Riva

Ultimo commento: "In un'annata disastrosa mi consolo guardando i video del Cagliari del 1970 e i gol di rombo di Tuono.......giggirriva leggenda inimitabile"
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Fu allenatore forse nel mio momento migliore, la passione per il Cagliari me la trasmise Gigi Riva, ma quando Mario Tiddia ne divenne l’allenatore,..."
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Un fuoriclasse VERO. Grande anche dal punto di vista umano, amato in tutte le piazze in cui ha giocato. Se solo fosse arrivato prima al Cagliari."

Radja, una storia di vita che sembra un film

Ultimo commento: "Nainggolan non arrenderti, data la classifica, coi tuoi compagni. In campo puoi spaziare come vuoi ed inventare l'impossibile. Samp.' docet.'Col tuo..."
Francescoli

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "Francescoli e Zola UNICI"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da News