Resta in contatto

News

Serie A: Atalanta forza 5 sul Sassuolo, Roma ok con la Sampdoria, Torino corsaro in casa del Parma. Il Genoa ferma la Lazio

Un punto a testa nello 0-0 tra Fiorentina e Bologna.  Ottima gara dell’Hellas Verona che vince 1-0 sul campo dello Spezia e si porta all’ottavo posto

Ben sette, contando Cagliari-Napoli terminata 1-4 e l’anticipo Inter-Crotone 6-2, le gare in programma per la quindicesima giornata, in attesa dei due posticipi, Benevento-Milan alle 18 e Juventus-Udinese alle 20.45. Le nostre sintesi:

ROMA-SAMPDORIA 1-0. Gara iniziata sotto una pioggia torrenziale all’Olimpico. Giallorossi  a proporsi ma difesa blucerchiata che regge bene l’urto e, al 36’, ospiti vicinissimi alla rete per un grande intervento di Pau Lopez sulla botta di Candreva da otre 20 metri. Reti violate all’intervallo senza recupero concesso da Guida di Torre Annunziata, coadiuvato al VAR da Chiffi di Padova. Al 5’ della ripresa Dzeko si avvita sul cross di Bruno Peres, palla a lato con Audero in leggero ritardo. al 17’ punizione di Pellegrini, palla a Smalling che centra la traversa. Colley salva la rete al 23’ su botta di botta di Dzeko, che un minuto dopo si vede negata la marcatura da Audero. Nulla da fare neanche per Karsdorp Al 25’. Solo Roma nel secondo tempo e il vantaggio è rimandato  di 3’ con Dzeko. Cinque minuti dopo, a causa del terreno bagnato, parata  complicata di Audero a cui sfugge la conclusione centrale di Mkhitaryan.

ATALANTA-SASSUOLO 5-1. Gollini dopo appena 1’ salva la sua porta dal gol sul tiro di Mulder. Al minuto 11’ sblocca la contesa Zapata, che sigla col destro dopo  aver vinto un contrasto con Chiriches. Sette minuti dopo salvataggio del portiere avversario sul compagno di squadra Locatelli,  che rischia l’autorete per anticipare Pessina. 21’: Hateboer scatta sul filo del fuorigioco e conclude da posizione defilata, Consigli non si fa sorprendere sul primo palo. Al 35’ lancio preciso di Palomino, sinistro di Zapata da dentro l’area, pallone sul palo. In chiusura di frazione (45’) raddoppio orobico da parte di Pessina, bravo nel battere il portiere degli emiliani da distanza ravvicinata, sul passaggio da parte di Ilicic. Al 4’ della ripresa  doppietta firmata Zapata, che sul colpo di tacco di Freuler, in scivolata anticipa Consigli e realizza la sua doppietta personale. Otto minuti dopo poker bergamasco siglato da Gosens, con decisiva deviazione di Ferrari. Non è finita. Quinta rete dell’Atalanta al 22’, realizzata da Muriel.  A 15 ‘ dalla fine i neroverdi accorciano con Chiriches.

GENOA-LAZIO 1-1. Un quarto d’ora di equilibrio a Marassi e rete di Immobile, su rigore concesso da Calvarese dopo il fallo subito da Milinkovic opera di Zapata. 21’: Perin si oppone a Marusic ed evita ulteriori guai. Al 40’ lancio in verticale per Immobile, il cui tiro  non inquadra lo specchio. Due minuti dopo Pjaca impegna Reina, che però non si fa sorprendere. Al 13’ della ripresa meritato pari dei liguri con Destro al termine di un contropiede gestito in modo fantastico da Shomurodov. 19’: torre di Milinkovic per Caicedo, vicinissimo al 2-1. Che manca anche il Genoa al 26’ con Shomurodov che mette il pallone, a pochi centimetri dal palo.  Poco dopo (33’) Lazzari in contropiede si presenta davanti a Perin, ma decide si servire Caicedo tutto solo in area che si divora la rete.

FIORENTINA-BOLOGNA 0-0. Equilibrio per oltre mezz’ora al Franchi. Infatti, dopo un buon avvio dei viola, é venuto fuori l’undici di Mihajlovic. Al 32’ però arriva il colpo di testa di Vlahovic, su assist di Castrovilli, palla che si spegne alla sinistra di Da Costa. Cinque minuti dopo conclusione di Barrow sul secondo palo, Dragowski smanaccia, la palla finisce sui piedi di Palacio che ci prova di prima ma non trova la porta. 44’: Borja Valero prova a coordinarsi e calciare ma manda alto sopra la traversa. Alla fine della frazione è mancato soltanto il gol da una parte e dall’altra.

SPEZIA-HELLAS VERONA 0-1. Al Picco la squadra di Juric è padrona della palla, in attesa di poter impensierire i padroni di casa, ma entrambi i portieri inoperosi nel primo tempo. Da segnalare al 40’ gol annullato agli scaligeri a Kalinic per fuorigioco. Al 3’ del secondo tempo il croato è anticipato da Provedel. Al 30’ del secondo tempo, rete di Zaccagni, che sul cross al volo di Faraoni, si coordina meravigliosamente trovando l’angolino basso alla destra di Provedel. Sogna il Verona, come nello scorso campionato.

PARMA-TORINO 0-3. Al Tardini vantaggio granata dopo 8’, grazie a Singo che, dopo aver scambiato la sfera con Belotti, infila Sepe col destro. Quattro minuti dopo Cornelius sfiora il pareggio con il sinistro, con palla che va fuori di poco. Una chance per parte prima dell’intervallo: al 42’ Sepe anticipa in uscita Belotti, quindi un minuto dopo (dall’altra parte) sul cross di Kucka, stacco imperioso di Kucka, che non inquadra la porta di poco. al 43′  conclusione deviata da Bruno Alves in calcio d’angolo.  4’ del secondo tempo: tiro-cross di Rodriguez, Gagliolo allontana appostato vicino alla linea di porta. Lo stesso Gagliolo manca il pareggio all’ottavo. Gara aperta. 14’: Belotti serve Verdi, il cui destro esce di un soffio. Pochi secondi dopo raddoppio  di Izzo: corner di Gojak, incornata vincente del granata che chiude la contesa. al 50′ m rete di Gojak, il quale servito da Belotti, batte l’incolpevole Sepe. Vittoria a dir poco fondamentale per Giampaolo. Liverani ora è nei guai.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Ne' Capozucca ne' Giulini. Dove sono finite le promesse e i buoni propositi del Presidente, ha promesso per il centenario la zona uefa invece siamo..."

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "ma che caxxo dici??? allora cellino è stato peggio del polentone???? magari avercelo ancora, non saremmo sicuramente in questa situazione."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News