Resta in contatto

News

Brescia retrocesso ma battuto 2-1 in casa dal Parma solo per il pazzesco gol di Kulusevski

La squadra di López, oltre alla rete siglata da Dessena ha avuto le sue chance ma non le ha concretizzate anche per le parate di Sepe nella ripresa

Il Parma vince 2-1 a Brescia, nel secondo anticipo della trentaseiesima giornata, contro un’avversaria matematicamente retrocessa, ma mai rinunciataria nel giocarsela, nonostante la differenza di classifica. Al 10’ Andrenacci superato da Kulusevski, ma chance sprecata dell’1-0, da parte del futuro juventino. Al 37’ l’ex Primavera Atalanta ci riprova, senza successo. L’undici di López si presenta una prima volta in area avversaria al 41’ con Tonali, che si trova però la sfera respinta in corner da Kucka, quindi con   un attimo dopo, palla colpita di testa, che esce non di molto. Onestamente poche le emozioni al Rigamonti nella prima frazione di gioco tra due squadre prive di motivazioni.

DARMIAN E DESSENA. Caprari, 3’ della ripresa, centra in pieno il palo e grazia i padroni di casa. Un minuto dopo, dall’altra parte, Sepe si salva in corner alzando la palla sul destro di Ayè. Al 10’ Andrenacci è attento a non farsi sorprendere dal potente tiro, da parte di  Caprari abbastanza angolato. Il vantaggio dei ducali arriva al 14’, grazie a Darmian in piena area che anticipa il portiere avversario, battendolo sul palo destro, dopo essere stato servito da Kukusevski. Immediata reazione del Brescia, che pareggia con Dessena, che al 17’ segna alla squadra della sua città, profittando di un errore di Sepe, battendolo con un tiro col destro, dopo l’assist ricevuto da Torregrossa.

MERAVIGLIA KULUSEVSKI. Galvanizzato dal pareggio la squadra lombarda ha una doppia occasione per il raddoppio, non colta nel giro di pochi secondi al 23’. Prima Ayè si trova davanti al portiere degli emiliani , ma calcia troppo morbido, poi tentativo di Caprari, ma ancora nulla da fare.  Al 36’ però, nuovo vantaggio per la compagine allenata da D’Aversa al 36’. Dal tacco di Siligardi il pallone per Kulusevski che, prima controlla  poi calcia a giro con precisione e palla in rete all’incrocio dei pali. Che gol dello svedese. Andrenacci (41’) si oppone a Inglese e tiene in vita i suoi in questa partita. Ma il pareggio non arriva, nonostante i 5’ di recupero, concessi dall’arbitro Maggioni.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News