Resta in contatto

News

Fazio, Kalinic e Zaniolo per il 3-0 della Roma in casa di un Brescia vitualmente in B

La squadra di López regge un tempo poi nella ripresa subisce la superiorità dell’undici di Fonseca, alla seconda vittoria di fila che la rilancia

La Roma vince 3-0 in casa del Brescia e ottiene la seconda vittoria di fila e allunga sul Napoli, impegnato domani col Milan. Per il Brescia altra sconfitta che sa ormai di condanna in Serie B. Al Rigamonti Fonseca presenta tra i pali Mirante, per scelta tecnica al posto di Pau Lopez. Al 2’ lombardi vicinissimi alla rete sul sinistro rasoterra calciato da Torregrossa. Dall’altra parte (5’) Andrenacci (sostituto all’ultimo istante di Joronen) si salva in due tempi, sulla conclusione di Veretout. 21’: Chancellor rischia la clamorosa autorete deviando il cross basso dalla destra di Bruno Peres. Per sua fortuna Andrenacci è reattivo, deviando in angolo. Nove minuti dopo gran cross di Peres per Kolarov, che colpisce male la palla e sciupa una ghiotta occasione. Neanche 60 secondi e chance non sfruttata neanche da Perez. 38’: fallo di Chancellor su Perez, punizione di Kolarov, che non sorprende Andrenacci. Squadre al riposo dopo 1’ di recupero, decretato da Calvarese, non prima di un grosso rischio corso da Mirante sullo scambio palla con Ibanez.

ROMA FORZA 3. Al 3’ della ripresa, da palla inattiva ospiti avanti anche per un disattenzione collettiva (ultima quella di Andrenacci che si fa sfuggire il pallone) che permette a Fazio di siglare. Reazione bresciana al 9’: Tonali crossa dalla sinistra per Mangraviti, il quale colpisce di testa, mandando alto di un soffio il pallone del pareggio. Al 16’ Kalinic profitta di un’indecisione di Papetti, e mette la sfera alle spalle di Andrenacci. Che al 29’ non è certo perfetto, sulla conclusione potente (su assist di Perotti) da parte di Zaniolo. Un minuto prima splendida rovesciata, di Kalinic, che meritava miglior fortuna. Torregrossa con un tiro di rabbia, centra in pieno al 33’, Mirante e non trova l’1-3. Prima della fine, traversa al 37’ di Dzeko (nel frattempo entrato in campo), che poi coglie il palo al 47’.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
22 giorni fa

E c’è chi rimpiange ancora Cellino

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Vergognatevi!! Ma cosa volete raccontare..avete sbagliato anche il cognome.. e non si tratta di un errore di stampa, lo avete reiterato anche nella..."

Gigi Riva

Ultimo commento: "Io ricordo che prima dell'incontro con la Massese il Cagliari giocò al Sant'Elia una Partita non ufficiale, un'amichevole col Benfica in cui giocò..."

Carmine Longo

Ultimo commento: "Fu un grande Ds. Onore a Carmine Longo."

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Un altro gol memorabile fu quello segnato al Parma ai tempi di Ranieri, nel 1991, una bomba dal limite dell'area al 95' che diede ai rossoblù una..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Le sue parabole di collo pieno hanno contribuìto alla scalata per il ritorno in serie A, facendo esplodere noi tutti tifosi e il glorioso stadio..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News