Resta in contatto

News

Serie A, le altre gare: il Brescia riaccende la speranza battendo il Verona. Vincono anche Fiorentina e Sampdoria

Con la vittoria ai danni del Verona la squadra di Cellino abbandona l’ultimo posto adesso della Spal. Spettacolo alla Dacia Arena tra due squadre vive

In contemporanea alla partita della Sardegna Arena tra Cagliari e Atalanta, il programma della trentesima giornata della Serie A (che si concluderà alle 21,45 con Napoli-Roma) ha visto la disputa di altri quattro confronti: ecco come si sono conclusi:

PARMA-FIORENTINA 1-2. Al Tardini la prima chance la costruisce la squadra di Iachini con  Venuti, il quale al 12’ prova a sorprendere Sepe con un preciso sinistro da fuori area, il portiere è salvato dalla traversa. Il gol dei viola lo sigla al 19’ Pulgar su rigore concesso per fallo di Gagliolo su Venuti. 28’. Tocco di mano da parte di Darmian, Abisso è richiamato al Var da Doveri e assegna un second rigore agli ospiti. Ancora una volta Pulgar non sbaglia e porta i suoi sul 2-0. 3’ della ripresa: scontro Pezzella-Kucka, Abisso indica il dischetto con lo stesso Kucka a segno. Bruno Alves (12’) sfiora il pareggio su punizione. 40’: giocata di Chiesa e 3-1 sfiorato. Terracciano salva il 2-2 1l 51’.

BRESCIA-HELLAS VERONA 2-0. Padroni di casa al 16’ ad un passo dalla rete con Torregrossa, complice l’errore di Silvestri, che si fa sfuggire dalle mani la sfera, ma fortunatamente per i veneti, Kumbulla salva sulla linea di porta. al 21’ Joronen dice no a Empereur, due minuti dopo  Zaccagni fa partire un destro, ma non fa i conti con l’eccellente intervento del portiere del Brescia. 35’: Lazovic punta la porta, ma il suo mancino da posizione defilata viene deviato in angolo dal sempre presente Joronen. Al 7’ della ripresa sblocca la contesa Papetti, che da centro area aggancia di testa il pallone giunto direttamente dall’angolo battuto dalla sinistra da Tonali. 32’: grande parata di Joronen su Verre. Traversa di Torregrossa al 43’ e Brescia che sfiora il raddoppio. Al 51’ eccolo il 2-0 realizzato da Donnarumma.

UDINESE-GENOA 2-2. Nel giro di due minuti (tra il 20’ e il 22’) prima De Paul, quindi Lasagna sfiorano il gol. Lasagna ci riprova, senza fortuna, al 29’ con il mancino. In chiusura di tempo (44’)  cross di De Paul per Fofana, palla in rete e friulani avanti. La reazione, a inizio second tempo dell’undici di Nicola, vicina al pareggio al 3’ con Pinamonti e al 4’ con Iago Falque. 25’: De Paul sfiora il raddoppio. Che arriva 4’ dopo per l’assist  di Fofana per Lasagna, che non perdona Perin col mancino potente. Al 36’ Pandev accorcia le distanze con un destroy imprendibile per Musso. 51’: contatto Zeegelaar e Biraschi, con Orsato che indica il dischetto. Pinamonti si fa parare il tiro da Musso ma poi aggancia la sfera e segna un 2-2 insperato.

SAMPDORIA-SPAL 3-0. Vantaggio firmato Linetty al 12’ che arriva grazie al mancino preciso rasoterra che supera Letica. Due minuti dopo l’autore del gol, fallisce il raddoppio. 23’: Strefezza che schiaccia di testa ma Audero si supera e toglie il pallone dall’incrocio dei pali e salva il risultato. Fa la gara la squadra di Di Biagio che obbliga i padroni di casa a stazionare  in difesa, ma subisce due gol in contropiede. Il primo al 45’, sulla punizione da circa 25 metri calciata da Gabbiadini, con tiro mancino che aggira la barriera e si infila nell’angolino basso alla sinistra di Letica.  che, un minute dopo deve raccogliere il pallone dal sacco per la doppietta col destro calciata da Linetty.

Al 13’ della ripresa Murgia non sfrutta a dovere l’opportunità per il pareggio. Nulla da fare neanche al 20’, quando Strefezza non trova il varco giusto. Insiste la Spal nonostante il pesante passive, e sfiora il gol con Castro al 34’ quindi centra il palo Petagna. Che al 40’ grazia Audero.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News