Resta in contatto

News

Il Sassuolo insiste: Lecce schiacciato 4-2 al Mapei Stadium ma punteggio obiettivamente pesante

Continua ad essere una macchina da gol la squadra di De Zerbi che rifila un poker ai salentini che giocano bene ma raccolgono meno di quanto meritino

Il Sassuolo batte 4-2 il Lecce, in attesa delle avversarie di riferimento, raggiunge 40 punti e si iscrive ufficialmente nella corsa al settimo posto, che porta ai preliminari di Europa League. Liverani paga i troppi infortuni di questo periodo.

LA PARTITA. Cerca fin da subito di portare la gara dalla sua parte la squadra di De Zerbi, che profitta di una difesa imbarazzante dei salentini al 5’, per sbloccare  con Caputo grazie ad un pallonetto che scavalca Gabriel. Che, al 17’, risponde d’istinto e salva il 2-0 sul tiro da parte di Ferrari, che aveva agganciato la sfera dalla punizione di Boga. Pareggio al primo tiro in porta per gli uomini di Liverani al 27’: sugli sviluppi di un angolo battuto da Calderoni, Locatelli si perde Lucioni, che non sbaglia e sigla al volo col destro. Squadre al riposo, al termine del minuto di recupero dopo un primo tempo decretato da Massa, dai due volti. Partenza sprint dei padroni di casa, meglio i pugliesi nella seconda parte della contesa.

Meglio i giallorossi anche in apertura della ripresa, propositivi specie con Farias al 5’, il cui tiro termina di poco sopra la traversa. 8’: palla dell’ex Cagliari per Babacar, conclusione parata da Consigli. 16’: per fallo di Paz su Boga, arriva il rigore, che Berardi con una conclusion ad incrociare, non sbaglia. La squadra ospite è viva. Costruisce e pareggia ancora, con un penalty battuto da Mancosu fatto entrare appositamente da Liverani, dopo il fallo di Marlon su Babacar. Il Lecce preme, ma subisce il 3-2 in contropiede al 33’ con Boga, il quale raccoglie palla al limite dell’area e (dopo aver saltato un avversario) calcia in diagonale con il sinistro, piazzando palla all’angolino.  Chiude i giochi al 38’ Muldur, il quale (dopo aver raccolto palla al limite dell’area) salta un avversario ,calcia in diagonale con il sinistro e sigla il 4-2 definitivo.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Luciano
Luciano
29 giorni fa

la cosa preoccupante è che se il Lecce dovesse retrocedere tornerà quel bidone di Farias.

Franck
Franck
29 giorni fa
Reply to  Luciano

Lo vendiamo al catania😂😂😂😂😂

Franck
Franck
29 giorni fa

Un piccolo appunto per il “messia”( così viene chiamato Liverani) del nuovo che avanza🙄questo Lecce è una squadra materasso,prende goal a caterve😉si preparino le valige per la B🙄😉

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Vergognatevi!! Ma cosa volete raccontare..avete sbagliato anche il cognome.. e non si tratta di un errore di stampa, lo avete reiterato anche nella..."

Gigi Riva

Ultimo commento: "Io ricordo che prima dell'incontro con la Massese il Cagliari giocò al Sant'Elia una Partita non ufficiale, un'amichevole col Benfica in cui giocò..."

Carmine Longo

Ultimo commento: "Fu un grande Ds. Onore a Carmine Longo."

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Un altro gol memorabile fu quello segnato al Parma ai tempi di Ranieri, nel 1991, una bomba dal limite dell'area al 95' che diede ai rossoblù una..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Le sue parabole di collo pieno hanno contribuìto alla scalata per il ritorno in serie A, facendo esplodere noi tutti tifosi e il glorioso stadio..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News