Resta in contatto

Cagliari 1920 - 2020

Dalla prima stagione in Serie A alla soglia tricolore

Foto 14 giugno 1964 tratta da Cagliari Calcio

La prima gara nella massima serie dei rossoblù è datata 13 settembre 1964 in casa della Roma. Debutto casalingo il 27 settembre contro la Sampdoria

Il Cagliari, nella stagione 1964/1965, disputa la prima stagione in Serie A, cosa che avviene 44 anni dopo la sua fondazione, avvenuta il 30 maggio del 1920. L’esordio assoluto avviene domenica 13 settembre in casa della Roma. All’Olimpico squadre in campo alle 14,30 agli ordini dell’arbitro Roversi di Bologna. Le cose si mettono male dopo 21’, quando Greatti, nel tentativo di spazzare via la palla dall’area calciata da Leonardi (conosciuto in Sardegna aver allenato la Torres in Serie C dal 1986 con Zola giocatore al 1991)  beffa il suo portiere Colomba per il vantaggio giallorosso. Gli uomini di Silvestri accusano il colpo e vanno all’intervallo sotto 2-0, per effetto del raddoppio firmato al 41’ da Francesoni. Nella ripresa Greatti si fa perdonare, siglano al 27’, ma la sconfitta non viene evitata. Il primo Cagliari della storia in Serie A, vide giocare Colomba tra i pali, Martiradonna, Spinosi, Cera, Vescovi, Longo, Visentin, Nenè, Gallardo, Greatti, Riva a completare l’undici in campo. La domenica successiva i rossoblù giocarono ancora lontano dall’Isola e impattarono 0-0 a Torino con la Juventus.

ESORDIO CASALINGO. Folla (che pochi mesi prima aveva festeggiato per le vie della città la promozione) delle grandi occasioni ovviamente domenica 27 settembre. Il Cagliari scende in campo per la prima volta assoluta nella massima serie, ospitando all’Amsicora la Sampdoria. Risultato finale 1-1, effetto del gol siglato da Riva al 20’ e pareggio di Barison. Datata invece 4 ottobre il primo successo in A. A venir battuta in Sardegna è il Vicenza di Scopigno, che poi prenderà il posto di Silvestri alla guida del Cagliari, in rimonta. Infatti Vinicio portò in vantaggio i suoi al 20’. Ad inizio ripresa (3’) pareggia Visentin, poi Gallardo regala i due punti superando Luison al 42’. I rossoblù chiusero la stagione sconfiggendo 2-1 il Milan in casa, grazie alle reti di Riva al 29’ e di Visentin al 7’ della ripresa, con momentaneo pareggio siglato da Mora su rigore al 41’. Lo scudetto fu vinto dall’Inter con 54 punti davanti al Milan che chiuse a 51. Il Cagliari chiuse sesto a pari punti con il Bologna con 34 punti. Retrocessero in Serie B Messina con 22 punti e Mantova con 21. Nella stagione 1965-1966, (l’ultima con Silvestri allenatore) il Cagliari arriva undicesimo mentre nel campionato seguente i rossoblù, sotto la guida di Manlio Scopigno, finiscono sesti a quota 40 punti. I costi della Serie A diventano sempre più insostenibili per la squadra e così, come raccontano le cronache dell’epoca, occorre dover far quadrare i bilanci, il presidente di allora Enrico Rocca mette in vendita Riva, tuttavia la contrarietà della tifoseria porta Rocca a trasformare il Cagliari in una S.P.A. e tenere il suo gioiello che non voleva andare via dall’Isola.

SVOLTA ECONOMICA. Le imprese Sir di Porto Torres, Cartiera di Arbatax, Tessili Beretta di Villacidro, Petrolchimica Macchiareddu di Assemini e soprattutto la Saras di Angelo Moratti si impegnano a versare un contributo annuale per la gestione economica della società. Nel 1967-1968, con Ettore Puricelli la squadra si piazza nona. Ma è con il ritorno di Manlio Scopigno che il Cagliari alza l’asticella: nella stagione 1968-1969 lotta per lo Scudetto insieme a Fiorentina e Milan piazzandosi al secondo posto dietro ai viola di Bruno Pesaola. Sempre nel 1969 il Cagliari arrivò a sfiorarla vittoria in Coppa Italia, piazzandosi seconda nel girone finale alle spalle della Roma vincitrice di quella edizione.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Probabile visto che è attaccato al colore dei soldi non certo ai colori rossoblu"

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Ne' Capozucca ne' Giulini. Dove sono finite le promesse e i buoni propositi del Presidente, ha promesso per il centenario la zona uefa invece siamo..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Cagliari 1920 - 2020