Resta in contatto

News

Serie A, 1-1 nel posticipo del Franchi: Inter raggiunta dalla Fiorentina nel recupero e agganciata in vetta dalla Juventus

Succede tutto all’inizio e nel recupero con la rete dell’ex Borja Valero e pareggio al 48’ della ripresa con una perla del giovane serbo Vlahovic

La Fiorentina ferma 1-1 l’Inter al Franchi. I nerazzurri chiudono una settimana negativa: fuori dalla Champions League e vetta della classifica in solitaria sfuggita. In testa c’è anche la Juventus a quota 39 punti.

L’EX TANTO AMATO COLPISCE IN AVVIO. Splendido colpo d’occhio sugli spalti del Franchi, che vede i tifosi viola gelati dal gol al 9’ dell’ex molto legato a Firenze Borja Valero, che sigla senza esultare sotto la Fiesole, tornado a segnare dopo 32 gare di digiuno in maglia nerazzurra, con un destro sul primo palo dove Dragowski non ci può arrivare.  I padroni di casa hanno un attimo sbandamento sullo svantaggio, ma al 14’ si presentano in area nerazzurra con il passaggio di Lirola per Badelj, il quale lascia partire un destro a giro dai venti metri verso l’incrocio dei pali, Handanovic però devia in angolo. Al 31’ tacco di Boateng, che per poco non favorisce l’inserimento di Caceres. Pericolo scampato. Tre minuti dopo Milenkovic cerca di spazzare via il pallone dalla propria area di rigore ma colpisce in pieno Lukaku, che quasi segna in modo fortunoso sul rinvio del difensore viola. Annullato, per fuorigioco dell’ex Chelsea, il 2-0 di Martinez al 38’. Al 43’ super parata di Dragowski su Lukaku, che si era creato lo spazio per colpire di testa. Palla che viene bloccata sulla linea di porta prima che varchi la linea bianca. Mariani manda le due squadre negli spogliatoi, dopo 3’ di recupero.

Al 12’ Martinez serve Lukaku, che in area viene anticipato dall’uscita perfetta del portiere di casa. Dall’altra parte (13’)  Boateng sovrasta Bastoni, ma di testa non riesce ad insaccare il pareggio. Montella inserisce la freschezza di Vlahovic al posto di un Chiesa che non sta bene, per cercare di creare maggiori problemi all’Inter. 16’: gran taglio veloce di Biraghi per Martinez, che sfiora il raddoppio. Al 28’ Lukaku calcia forte da distanza ravvicinata, Dragowski (toccato duro da Lautaro poco dopo) risponde presente e respinge la sfera con i piedi.  La mossa di Montella, di far entrare Vlahovic, si rivela azzeccato, visto che al 47’ segna un grandissimo il gol (il terzo dopo la doppietta inutile a Cagliari)  di collo interno che non lascia scampo ad Handanovic. Finisce 1-1, con l’Inter raggiunta in vetta alla classifica dalla Juventus a quota 39 punti.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "bravo Mak, ne caghi"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News