Resta in contatto

News

Cds – Ionita: “Le attenzioni di Riva ci lasciano senza parole”

Il centrocampista moldavo, al quarto anno in Sardegna, ha parlato alla vigilia di Cagliari-Fiorentina: “Stare in alto è una bella novità per la squadra”

Artur Ionita ormai è uno dei veterani del Cagliari. Il centrocampista classe 1990, primo moldavo della storia della Serie A, si è raccontato ai microfoni de Il Corriere dello Sport.

NO VERTIGINI.È una bella novità, per me e per tutti i compagni. Ancora però il campionato è lungo e noi sappiamo di dover sempre migliorare perché ci saranno partite difficili. Dovremo farci trovare pronti. Mai accontentarsi di quanto fatto anche se guardare la classifica di questi tempi è bello. Dobbiamo volare basso e pensare partita dopo partita. Questo conta. Puntare solo a correggere i nostri difetti e dopo ogni partita si vedrà la classifica. Se inizi a fare calcoli stai già sbagliando in partenza“.

4 ANNI IN SARDEGNA.Non ci avevo pensato che sono già alla quarta stagione. Sicuramente è stata la scelta giusta anche se al primo anno mi sono fatto male e ho avuto problemi per sei mesi. Ma col passare del tempo, soprattutto lo scorso campionato, sono cresciuto e credo sia andato molto bene come l’avvio di questo“.

LA CONCORRENZA.Credo che la concorrenza possa essere un vantaggio ma devi essere concentrato perché tutti vogliono giocare, siamo umani. Ma devi pensare a non mollare mai perché quando arriva l’occasione non puoi perderla. Nainggolan? Abbiamo tutti da imparare da uno come lui. Ci mette più del cento per cento in campo e le sue qualità, la sua tranquillità sono di aiuto per tutti. Da un movimento a uno stop, a un tiro in porta, lo vediamo tutti di cosa è capace e per me è un onore averlo accanto. È un valore aggiunto per tutta la squadra. Rog è un giocatore di grande qualità, lo abbiamo visto tutti e non dimentichiamo da dove viene. Cerca sempre la palla vicino, mentre io forse sono più lineare“.

SOTTO CON LA VIOLA.Partita molto difficile, perché arriva una squadra forte con giocatori che da soli possono decidere una gara, ma a noi deve interessare solo fare le nostre cose. Giochiamo in casa, davanti al nostro pubblico e vogliamo un risultato positivo. I tifosi sono il dodicesimo uomo in campo e non vogliamo deluderli. I complimenti di Riva? È un onore sapere che ci abbia fatto i complimenti per quello che stiamo facendo. Queste attenzioni ti lasciano senza parole“.

13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "Campionato di serie B (vergognatevi) Ediz. 2022-23 - Portieri:BraccioFerro-Bruto-Pluto-Olivio..."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News