Resta in contatto

News

Anticipo Serie A: Inter brava e fortunata al Rigamonti: Brescia battuto 2-1

Lukaku fondamentale nelle due reti siglate dalla squadra di Conte che scavalca in attesa della partita della Juventus proprio i bianconeri in vetta

Con rabbia e con i denti: l’Inter passa 2-1 ai danni del Brescia e, in attesa della gara di domani alle 21 contro il Genoa, scavalca provvisoriamente la Juventus in testa al campionato.

INTER FORTUNATA SUL PRIMO GOL.  Pronti, via e al 4’ Lukaku fa venire i brividi al Rigamonti, sul cross quasi da fermo di Barella, con una spizzata di testa, che termina fuori d’un soffio fuori dalla porta difesa da Alfonso. Fa la partita l’undici di Conte, che al 23’ va in vantaggio grazie a Lautaro Martinez che (complice una sfortunata deviazione di Cistana) fa partire un tiro dalla distanza col destro, che si insacca in modo abbastanza fortunata. Fino all’intervallo non succede nulla di particolare verso le porte avversarie, eccetto la doppia ammonizione comminata dall’arbitro Fabbri all’indirizzo di Gagliardini che atterra Tonali e gli rifila anche una manata sulla testa. Giallo per veementi proteste anche per Cistana.

Nella seconda parte del match subito in evidenza Balotelli, che al 2’ dopo aver ricevuto il pallone da Sabelli, impegna severamente Handanovic, costretto a salvarsi in angolo. Al 4’ l’attaccante ex City tra le altre, va giù in area ma è tutto regolare. Attacca con tanti uomini e recupera velocemente la sfera la compagine guidata da Corini. Tutta un’altra squadra nella ripresa, l’undici di casa, con altra occasione di Donnarumma che (5’) trova un grande riflesso del portiere dei nerazzurri, a negare il pareggio. La forza dell’Inter è tanta, visto che al 18’ arriva il raddoppio, ancora firmato Lukaku, il quale supera Alfonso con un sinistro a giro strepitoso dal limite.

IL BRESCIA NON MOLLA MA IL PARI NON ARRIVA. Al 27’ grande parata di Handanovic sul gran colpo di testa a botta sicura di Balotelli, poi lo stesso numero 45 fallisce il gol in modo incredibile, sottoporta. Al 31’ non sbaglia invece Bisoli, che riapre la gara con un sinistro respinto da Handanovic rimpallato da terra nella propria porta d Skriniar. Corini vuole il pareggio: al 41’ fuori Romulo, dentro Matri che va ad aggiungersi a Balotelli e Donnarumma in attacco, ma il pareggio non arriva nonostante 4’ di recupero.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Probabile visto che è attaccato al colore dei soldi non certo ai colori rossoblu"

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Ne' Capozucca ne' Giulini. Dove sono finite le promesse e i buoni propositi del Presidente, ha promesso per il centenario la zona uefa invece siamo..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News