Resta in contatto

News

Champions League. Inter e Napoli non sbagliano: battute 2-0 Borussia Dortmund e 3-2 il Salisburgo

Vittorie fondamentali per gli uomini di Conte e Ancelotti che si rilanciano e danno un segnale alle avversarie per la qualificazione agli ottavi di finale

La terza giornata della fase a gironi Champions League 2019/2020 per le squadre italiane, dopo la vittoria in rimonta della Juventus per 2-1 sulla Lokomotiv Mosca e il 5-1 subito dall’Atalanta sul campo del Manchester City, si è completato con le sfide che hanno visto impegnate Napoli e Inter. Vediamo come sono andate le loro contese:

INTER-BORUSSIA DORTMUND 2-0. Un pareggio in extremis per 1-1 all’esordio in casa contro lo Slavia Praga, una sconfitta immeritata per 2-1 a Barcellona per gli uomini di Conte, che sblocca con Lautaro Martinez al 22’ . Prima di convalidare il gol l’arbitro inglese Taylor attende il VAR, che conferma la decisione presa. Al minuto 38 Lukaku ha la possibilità del 2-0, dopo il suggerimento di Candreva, ma Hummels è fondamentale nel suo intervento.

Al rientro in campo opportunità sciupata al 3’ da Candreva, che spara alto a pochi passi da Burki. Brivido in casa nerazzurra al 19’. Non solo la squadra di casa perde campo, oltre a vedersi ammoniti Barella e Gagliardini, ma soprattutto il Borussia sfiora il pari  al 13’ ancora con Hummels. L’appena entrato Esposito si conquista un rigore (35’ ) che però dal dischetto Lautaro Martinez si fa ribattere da Burki. Sulla ribattuta il baby nerazzurro scivola e si resta 1-0. Che diventa 2-0 al 44’, quando Candreva fa partire una battuta col destro, che non lascia scampo al portiere avversario.

 

RB SALISBURGO-NAPOLI 2-3. In terra austriaca la squadra di Ancelotti si rende subito pericolosa con Mertens, la cui conclusione è deviata in angolo in modo fortuito dal portiere di casa Stankovic. Al 8’ Haaland insacca, ma tutto vano per fuorigioco fischiato dall’arbitro francese Turpin. Al 18’ partenopei avanti con Mertens, bravo a superare Stankovic dopo l’ottimo suggerimento da parte di Callejon. Il belga ci riprova senza fortuna da centrocampo al 28’. Stankovic accusa problemi muscolari e al 32’ lascia il posto in porta a Carlos. Che parata Meret al 35’ sulla forte conclusione, da parte di Daka. Al 40’ pareggia Haaland, che stavolta non si fa trovare in fuorigioco. Prima dell’intervallo (44’) l’estremo difensore di casa respinge la battuta da parte di Malcuit.

Nella seconda parte della sfida Mertens riporta avanti i suoi, scavalcando Maradona per numero di reti complessive, insaccando alle spalle di Carlos al 20’ dopo un errore difensivo del Salisburgo. Incredibile quanto accade in campo: austriaci sul 2-2 al 28’ Haaland pareggio. Neanche il tempo di esultare che, alla ripresa del gioco Mertens imbecca l’appena entrato Insigne, che segna nonostante stesse scivolando. Gol che vale il primato nel girone davanti al Liverpool.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News