Resta in contatto

News

Serie A, gare del pomeriggio: poker dell’Inter al Sassuolo, l’Udinese batte il Torino, la Sampdoria ferma la Roma

Archiviati i tre anticipi di ieri tra le 12,30 e le 15, oltre a Cagliari-Spal, si sono giocate altre tre partite. Il programma si completerà coi posticipi

SASSUOLO-INTER 3-4. Nel match dell’ora di pranzo partenza a razzo della squadra di Conte, reduce dal ko casalingo contro la Juventus, Appena 2’ di gara al Mapei Stadium e vantaggio siglato da Martinez che, da posizione defilata (dopo aver ricevuta palla da Brozovic) mette la stessa con una botta all’incrocio dei pali, dove Consigli non può nulla. Lo stesso argentino fallisce, con un tiro al volo, clamorosamente il raddoppio al 13’.  Le reazione della compagine di De Zerbi, che non giocava da tre settimane per la perdita del proprio patron Giorgio Squinzi, si concretizza con il pareggio siglato Berardi, complice una palla persa da Biraghi al 16’, che fa partire un tiro che va a morire nell’angolino basso alla sinistra di Handanovic. Al 26’ raddoppio di Martinez, annullato per fallo di Lukaku su Peluso. Gara apertissima. Rete non concessa (sempre per posizione irregolare) neanche a Caputo al 33’. Cinque minuti dopo Lukaku non commette l’errore precedente e realizza il 2-1 (38’)  battendo Consigli con un perfetto destro in , calciando il pallone dal limite dell’area piccola. Al 44’ nerazzurri sul 3-1, con il penalty battuto perfettamente da Lukaku, che spiazza il portiere di casa, concesso per fallo subito da Martinez ad opera di un Marlon abbastanza ingenuo.

Gol e spettacolo non certo mancati neanche nella ripresa. Dopo averlo mancato due volte (10′ Martinez e 13′ Biraghi) l’undici di Conte sigla il 4-1 al 26′ con l’argentino, glaciale dal dischetto con un secondo rigore, concesso per un’entrata non certo educata di Muldur su Barella, insaccato col piattone destro che spiazza Consigli. Gara finita? Mai dire mai quando si gioca col Sassuolo, che riapre i giochi al 26′ con Djuricic, il quale raccoglie il pallone calciato verso di lui da Caputo, e segnare col destro. Al 36′ terza rete dei neroverdi, grazie a Boga al termine di una grande azione iniziata parte dalla trequarti e conclusa in area con preciso destro che supera Handanovic un destro preciso all’angolino basso. Nel finale il Sassuolo
insiste, ma vince l’Inter.

 

SAMPDORIA-ROMA 0-0. Nonostante l’allarme meteo la gara di Marassi (che ha segnato l’arrivo in panchina  di Ranieri al posto di Di Francesco) si è giocata regolarmente.  Blucerchiati pericolosi al 9′  col destro dalla distanza di Bereszynski, pallone che sfiora il palo alla destra di Pau Lopez. la 23′  sinistro destinato da Jankto sul primo palo, Mancini allontana di testa il pericolo. Gara noiosa che non decolla. Al 38′ della ripresa Pastore riceve ai venti metri e calcia col destro: pallone che, deviato da Colley, che  finisce vicinissimo al palo alla destra di Audero e termina in corner. Al 41′ rosso a Kluivert, per fallo su Murru. Infine al 45′ Bonazzoli fa partire un tiro potente col sinistro destinato sul primo palo, Pau Lopez non si fa sorprendere.

UDINESE-TORINO 1-0. Doppia opportunità in avvio di partita per la squadra di Tudor, che prima con Sema colpisce il palo con un destro dal limite, quindi incredibile errore davanti alla porta (completamente lasciata vuota) di Okaka. Insistono i friulani che (13′) si ripropongono con Jajalo che, da fuori area tenta di sorprendere Sirigu, costretto a compiere un grande intervento allungandosi per deviare il pallone in angolo. al 42′ vantaggio bianconero: Verdi perde un pallone al limite dell’area, Sema si avventa sulla sfera e serve immediatamente  Mandragora, sponda per Okaka che segna il più semplice dei gol.

Galvanizzato dalle reti in Nazionale, al 2′ della ripresa Belotti tenta con una rovesciata di sorprendere Musso, il quale si supera mettendo in angolo il pallone ed evitando il pareggio. 12′: doppia chance per Zaza, ma in entrambe le occasioni, è Troost Ekong a ribattere i tiri dell’ex Juventus.la squadra di Mazzarri continua a spingere ma si espone alle ripartenze della squadra di casa, che al 38′ con De Paul tenta una botta dal limite, che però Lyanco respinge. Botta e risposta tra il 42′ e il 43′: prima Belotti sfiora il pareggio, poi dall’altra parte Sirigu si esibisce in un grande intervento, negando il 2-0 a De Paul, che ci riprova senza fortuna anche al 44′.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "ha solo seguito gli ordini del presidente: RETROCEDERE"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News