Resta in contatto

News

Tanti auguri a… Giovanni Trapattoni, l’ex allenatore rossoblù compie 80 anni

Trapattoni

Uno degli allenatori più vincenti della storia che in Sardegna trovò l’unica rinuncia della sua carriera festeggia quest’oggi il suo compleanno

CARRIERA INFINITA. Una vita sui campi da calcio, vincendo tutto sia da giocatore che da allenatore. Giovanni Trapattoni è il mister per antonomasia, probabilmente il miglior tecnico della storia del calcio italiano. Lo è per palmarès e per longevità. Prima gli esordi sulla panchina del Milan, poi tra gli anni ’70 e ’80 l’epoca d’oro alla guida della Juventus dove vinse tutto, in seguito il passaggio all’Inter con lo storico scudetto dei record del 1989.

Nel ’91 il ritorno alla Juventus per altre tre stagioni in cui fa in tempo a portarsi a casa un altro successo europeo con la Coppa Uefa ’93. Altre vittorie all’estero con il Bayern Monaco, poi le delusioni con lo scudetto del ’99 sfumato per l’infortunio di Batistuta mentre era alla guida della Fiorentina e il Mondiale nippocoreano perso per un arbitraggio scandaloso che macchia ancora la classe arbitrale.

IN SARDEGNA. Nel 1994 la prima esperienza all’estero con il Bayern Monaco viene intervallata dalla parentesi cagliaritana. Il presidente Cellino riesce nell’impresa di portare uno degli allenatore più vincenti del mondo sulla panchina di una squadra che non lotta certo per il titolo, un po’ come se oggi ad Asseminello si presentassero Ancelotti o Mourinho. I successi passati però a Cagliari non contano: la squadra va in crisi e il Trap è costretto a dimettersi. Resta l’unico vero insuccesso di una carriera strepitosa.

L’ULTIMA ESPERIENZA. Chiude la carriera con la nazionale irlandese, sfiorando una qualificazione ai Mondiali di Sudafrica 2010 persa agli spareggi con la Francia per un’altra vergogna arbitrale. Anche in Irlanda si fa apprezzare e viene confermato anche per le qualificazioni a Euro 2012, competizione alla quale gli irlandesi mancano da 24 anni e che il Trap centra agli spareggi eliminando l’Estonia. Nella fase a gironi viene eliminato dalle future finaliste: Spagna e Italia.

Una carriera monumentale che oggi viene celebrata da tutti gli amanti del calcio. Tanti auguri mister!

54 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
54 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News