Resta in contatto

News

Champions League: l’Inter ferma sull’1-1 il Barcellona, il Napoli fa lo stesso col PSG

Due pareggi in rimonta per nerazzurri e partenopei. La qualificazione agli ottavi per gli uomini di Spalletti e per quelli di Ancelotti resta apertissima

Pareggi per Inter e Napoli. A San Siro e al San Paolo arrivano due 1-1 che evitano le sconfitte contro Barcellona e PSG che tengono in piena corsa per il passaggio agli ottavi sia per la squadra di Spalletti che per quella di Ancelotti.

INTER-BARCELLONA 1-1. Catalani pericolosi dopo appena 2’con Dembelè, che profitta dell’errore di De Vrij, e cerca di sorprendere con un ficcante sinistro a giro Handanovic, che devia in volo il pallone.  Soffre l’Inter che sbaglia troppo in avvio e al 12’ è graziata dalla battuta a colpo sicuro di Suarez davanti alla porta, che termina di poco fuori sopra la traversa, graziando i nerazzurri, dopo aver ricevuto la sfera da Rakitic.  Ci vogliono 19’ per vedere un pericolo della squadra di Spalletti verso la porta avversaria, e la chance è ghiotta per Asamoh che vanifica tutta sull’imbeccata dal fondo sulla fascia sinistra di Peresic. Tre minuti dopo Suarez controlla in area e poi tenta un pallonetto fantastico che termina fuori di poco, così come non ha fortuna un’altra incursione spagnola con Rakitic al 24’.

A fare la partita è il Barcellona, che pressa alla ricerca dell’1-0, che quasi arriva alla mezz’ora esatta  con Sergi Roberto, che trova all’ultimo istante il salvataggio in corner di  ma De Vrij. L’undici di Valverde ha altre due opportunità per il vantaggio, che  non giunge sia al 37’, quando Handanovic dice no all’ex Coutinho in tuffo, che soprattutto al 42’con Suarez che calcia, ma trova l’estremo difensore avversario a respinge alla sua destra il pericolo e il primo tempo si chiude a reti inviolate: risultato che onestamente sta un po’ stretto ai blaugrana.

Che si presentano al tiro anche a inizio secondo tempo ancora con Coutinho (7’) che fa partire in piena area un sinistro, respinto da Handanovic. Al quarto d’ora il portiere dell’Inter dice no a Rakitic, poi il croato ha ancora la possibilità di mettere in mezzo, ma il pallone esce dalla linea di fondo prima di raggiungere Suarez, il quale aveva insaccato a porta vuota. Ovviamente gol non valido. Al 18’ invece Coutinho trova una deviazione in angolo da parte di Handanovic sulla battuta col destro.

C’è anche l’Inter in campo, che al 20’ si fa vedere in area catalana con Politano, il quale prende il tempo a Lenglet ma sbaglia la conclusione di testa. Due minuti dopo altro errore di Suarez che manda fuori dopo la respinta di Handanovic su Dembelè. Nulla può il portiere di casa sul sinistro di Malcom, che entrato da poco, non sbaglia il bersaglio al 38’. Reagisce alla grande la compagine nerazzurra, che pareggia con Icardi al 42’con un destro che supera il portiere avversario dopo un’errore di  Piquè.  Restano tre minuti (quelli di recupero) all’Inter per vincere ottenere la qualificazione con due giornate dalle fine, ma il risultato non cambia e arriva comunque un punto importante in chiave ottavi.

NAPOLI-PSG 1-1. Più tranquilla rispetto alla sfida di San Siro la parte iniziale della gara del San Paolo con le due squadre che sono guardinghe. Prima azione degna di nota il tentativo al 19’ opera di Neymar che fa fuori due avversari arriva in area, Mario Rui è attento e libera dal pericolo i partenopei.  Al 22’ invece Mbappè conclude di prima intenzione, pallone alto non di molto. Meglio i francesi in questa fase del match, che dieci minuti dopo subiscono l’incursione da parte di Fabian Ruiz, respinta della difesa ospite e palla che si spegne sul fondo.

Gara piacevole tra le due contendenti con i padroni di casa che prima dell’intervallo aumentano il ritmo e al 45’ hanno la chance con Insigne: stop e conclusione, ma una deviazione evita problemi maggiori al PSG, che va in vantaggio un attimo prima dell’intervallo con Bernat, il quale al 47’supera Ospina perfezionando nel migliore dei modi l’assist da parte di Mbappè con un rasoterra.

Altro Napoli quello che si ripresenta in campo, che va ad un passo dal pareggio al 6’, che non arriva solo per la respinta in angolo di Buffon sul  tiro dal limite di prima intenzione da parte di Mertens. Un minuto dopo il belga trova ancora la provvidenziale respinta dell’ex portiere della Juventus sopra la traversa sulla sua battuta. 8’: Mertens apre per Callejon, ma la chiusura di Kehrer è decisiva.

Domina dunque la squadra di Ancelotti, che al 17’ pareggia con un rigore perfetto di Insigne, che non lascia scampo a Buffon, che aveva commesso fallo in area su Callejon dopo un errore da parte di Thiago Silva. Mertens è costretto  a uscire per infortunio al gomito sinistro (38’) sostituito da Ounas. Brivido al 40’: cross di Kehrer per Mbappè, il quale, solo in area, manda sul fondo. Al San Paolo finisce 1-1. Il Napoli resta in piena corsa per approdare agli ottavi, stante anche il clamoroso ko per 2-0, rimediato dal Liverpool a Belgrado con la Stella Rossa.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News