Resta in contatto

News

Barella, partenza lenta. Ora però serve il cambio di marcia

Secondo La Gazzetta dello Sport, il talento dell’Under 21 deve scrollarsi di dosso le distrazioni del mercato e pensare solo al campo

DISTRATTO. La rosea non ha dubbi: è il mercato la causa dell’avvio lento di Nicolò Barella. Una delusione per il centrocampista cagliaritano che prima dell’estate aveva assaporato l’idea di trasferirsi in una big. Inter, Atletico Madrid, Liverpool, Roma e Lione sono state le mete prospettate al numero 18 rossoblù, ma alla fine le richieste di Giulini e la non imprescindibilità dell’affare per nessuna di queste squadre hanno trattenuto il giocatore in Sardegna.

I SINTOMI. Ancora sembra mancare la sua incisività e quel passo devastante che lo hanno portato all’attenzione della Nazionale maggiore. Inoltre il troppo nervosismo mostrato in campo e fuori (dopo la sua sostituzione per infortunio contro l’Atletico Madrid ruppe un paletto con un calcio a ridosso degli spogliatoi) non lo stanno aiutando. A concludere il quadro anche un ruolo di trequartista che lo sta costringendo a svolgere un compito non propriamente nelle sue corde.

RITROVARSI. Nella scorsa stagione la Gazzetta lo ha votato per sedici volte migliore in campo, su un totale di trentatré partite giocate. Praticamente il top player rossoblù in una gara su due. Sei gol totali e la conquista del ruolo di rigorista designato. Contro il Sassuolo il Cagliari debutta in casa in campionato. Quale migliore occasione per rivedere il vero Barella?

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Non credo possa essere Agostini il nuovo ct. Non mi sembra all'altezza."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News