cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ionita, una vita da mezzala a imparare da trequartista

Dopo due stagioni come mezzala e talvolta come trequartista, Ionita deve finalmente trovare una collocazione tattica per ritrovare se stesso.

INCOGNITA IONITA.Artur, che ruolo giochi?“. Un po’ come si faceva nel campetto quando non si sapeva chi mettere in porta o come terzino. E allora si faceva il giro di tutti i ragazzi, chiedendo la collocazione tattica e sapendo che le risposte “in difesa” o “tra i pali” sarebbero state pressoché prossime allo zero.

DUTTILE O SENZA COLLOCAZIONE? Eppure Ionita rischia di diventare uno di quei giocatori di cui non si capisce bene il ruolo. Mezzala? Trequartista? Qualcuno lo scorso anno aveva ipotizzato (per fortuna solo quello) anche davanti alla difesa. Ma del povero Artur non si può fare proprio ciò che si vuole. Ogni giocatore deve saper fare bene almeno un ruolo, virtù della duttilità a parte.

BOCCIATURA COME TREQUARTISTA. E peccato che il macedone si stia instradando nella direzione dove un ruolo non c’è. Poco incisivo da mezzala. Macchinoso da trequartista, dove sembrava essere stato posizionato in questa stagione come vice Joao Pedro. Prima della bocciatura e del nuovo arretramento sulla linea dei centrocampisti, in favore di Barella, contro il Palermo in Coppa Italia. E dire che del Ionita visto a Verona si era apprezzata proprio la capacità di inserimento e la tendenza a cambiare le sorti della gara. E spesso anche del risultato.

TERZA STAGIONE. Qui a Cagliari invece (3 gol in 54 partite) Ionita sembra ormai essere sempre di più il fantasma di se stesso. Buono l’inizio della prima stagione con Rastelli. Poi l’infortunio a tibia e perone: oltre 6 mesi fuori. Il nazionale moldavo sembra non essere più tornato come prima, con prestazioni opache e sottotono lungo tutto lo scorso campionato, con un leggero miglioramento (come tutta la squadra) solo nel finale.

LA SVOLTA? Ora, con l’avvento di Castro e Bradaric, la conferma di Cigarini e la crescita di Barella, il livello qualitativo del centrocampo si è alzato e per lui questa terza stagione in rossoblù può essere davvero quella della svolta. Artur, rispondi alla domanda. Che ruolo giochi?

Subscribe
Notificami
guest

10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le ultime informazioni disponibili sui probabili undici di Cagliari-Napoli: problemi di infermeria per Ranieri, Di...
Il match di domenica all'Unipol Domus tra Cagliari e Napoli offre uno spunto inaspettato: Adam...
Un mese fa ci lasciava il più grande sportivo della storia...

Dal Network

Al Maradona i campioni d’Italia del nuovo tecnico Calzona subiscono il gol di Lewandoski, poi...
Ottima direzione di gara dell'arbitro: vede bene sui rigori richiesti da entrambe le parti e...
Allo Stirpe la sfida tra due ex compagni di squadra oggi allenatori Di Francesco-De Rossi,...
Calcio Casteddu