Resta in contatto

Approfondimenti

Ionita, una vita da mezzala a imparare da trequartista

Dopo due stagioni come mezzala e talvolta come trequartista, Ionita deve finalmente trovare una collocazione tattica per ritrovare se stesso.

INCOGNITA IONITA.Artur, che ruolo giochi?“. Un po’ come si faceva nel campetto quando non si sapeva chi mettere in porta o come terzino. E allora si faceva il giro di tutti i ragazzi, chiedendo la collocazione tattica e sapendo che le risposte “in difesa” o “tra i pali” sarebbero state pressoché prossime allo zero.

DUTTILE O SENZA COLLOCAZIONE? Eppure Ionita rischia di diventare uno di quei giocatori di cui non si capisce bene il ruolo. Mezzala? Trequartista? Qualcuno lo scorso anno aveva ipotizzato (per fortuna solo quello) anche davanti alla difesa. Ma del povero Artur non si può fare proprio ciò che si vuole. Ogni giocatore deve saper fare bene almeno un ruolo, virtù della duttilità a parte.

BOCCIATURA COME TREQUARTISTA. E peccato che il macedone si stia instradando nella direzione dove un ruolo non c’è. Poco incisivo da mezzala. Macchinoso da trequartista, dove sembrava essere stato posizionato in questa stagione come vice Joao Pedro. Prima della bocciatura e del nuovo arretramento sulla linea dei centrocampisti, in favore di Barella, contro il Palermo in Coppa Italia. E dire che del Ionita visto a Verona si era apprezzata proprio la capacità di inserimento e la tendenza a cambiare le sorti della gara. E spesso anche del risultato.

TERZA STAGIONE. Qui a Cagliari invece (3 gol in 54 partite) Ionita sembra ormai essere sempre di più il fantasma di se stesso. Buono l’inizio della prima stagione con Rastelli. Poi l’infortunio a tibia e perone: oltre 6 mesi fuori. Il nazionale moldavo sembra non essere più tornato come prima, con prestazioni opache e sottotono lungo tutto lo scorso campionato, con un leggero miglioramento (come tutta la squadra) solo nel finale.

LA SVOLTA? Ora, con l’avvento di Castro e Bradaric, la conferma di Cigarini e la crescita di Barella, il livello qualitativo del centrocampo si è alzato e per lui questa terza stagione in rossoblù può essere davvero quella della svolta. Artur, rispondi alla domanda. Che ruolo giochi?

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti