Resta in contatto

News

Il Crotone non ripete la favola: battuto 2-1 a Napoli retrocede in B

La squadra di Zenga cade al San Paolo in una gara mai decollata da parte dei calabresi. Oltre al Cagliari si salvano anche Udinese, Chievo Verona e Spal

Era la maggiore indiziata per la retrocessione nel campionato cadetto, visto l’impegno contro pronostico in casa della vice capolista Napoli. E così è stato. Il Crotone, dopo la miracolosa salvezza della scorsa stagione all’esordio in Serie A, retrocede in Serie B. Si salvano invece le altri rivali, ad iniziare dal Cagliari, che alla Sardegna Arena batte l’Atalanta con gol di Ceppitelli, passando per la Spal, l’Udinese e il Chievo Verona.

Per quanto riguarda l’Europa League pesante 5-1 del Milan alla Fiorentina. Le nostre sintesi:

NAPOLI-CROTONE 2-1. Calabresi in B dopo due stagioni. Pressione dei partenopei fin dal via e vantaggio siglato da Milik al 23’, che mette alle spalle di Cordaz di testa la gran palla col tacco di Insigne. Nove minuti dopo il raddoppio siglato  da Callejon, che sigla mandando il pallone sul secondo palo dopo l’assist di Insigne, da posizione defilata.

Col passare dei minuti la compagine di Sarri mantiene padronanza nella sfida, non rischia nulla e ogni tanto si propone verso la porta di Cordaz. Nel finale accorcia Tumminello su imbeccata di Martella. Gol che non basta per evitare la retrocessione.

CHIEVO VERONA-BENEVENTO 1-0. Salvezza per i ragazzi di D’Anna. Primo tempo a reti bianche. Da segnalare al 35’ il gol annullato a Inglese  per fuorigioco. Nella ripresa il prossimo giocatore del Napoli realizza al 4’, ribadendo in rete la respinta di Puggioni sulla botta centrale da fuori di Hetemaj, respinge male con i pugni Puggioni, ne approfitta così il bomber dei veneti che con il sinistro da pochi passi insacca.

UDINESE-BOLOGNA 1-0. Equilibrio per mezz’ora, poi arriva il gol di Fofana su innesco di Barak: incrocio sul secondo palo e Da Costa è superato. Friulani che restano in Serie A dopo un campionato soffertissimo.

SPAL-SAMPDORIA 4-1.  Ferraresi salvi e in rete su rigore dopo 4’ con Antenucci, che mette alle spalle di Belec, il tiro concesso per fallo di Caprari su Viviani. Già ammonito, al 33’ proprio Caprari lascia i suoi in dieci dopo un’entrata a martello su Felipe. Forti dell’uomo in più gli uomini di Semplici spingono sull’acceleratore a inizio ripresa, e in 2’ segnano due gol.

Al 5’ Paloschi manca l’impatto sul tiro di Viviani, ma Grassi appostato sul secondo palo, di testa e da distanza ravvicinata, raddoppia. Al 7’ invece Antenucci entra in area, rientra sul destro e con un tiro angolato sul secondo palo batte Belec, realizzando la doppietta personale.  La Samp accorcia al 21’, grazie a uno splendido gol di Kownacki che mette alle spalle di Gomis. Nel finale gol annullato dal VAR a Paloschi.

MILAN-FIORENTINA. 5-1. La squadra di Gattuso chiude sesta e si qualifica per l’Europa League, senza preliminari. Vantaggio viola con Simeone al 20’. Chiesa lo serve e lui, a tu per tu con Donnarumma, lo scavalca con un morbido pallonetto di destro. Pareggio rossonero realizzato da Chalanoglu su punizione che supera Sportiello. I rossoneri la ribaltano con Cutrone al 42’, bravo a rubare il tempo a Pezzella e battere il portiere avversario, dopo l’assist di Chalanoglu.

4’ della ripresa è squadra di Gattuso sul 3-1 con Kalinic. Calhanoglu crossa per Cutrone, il cui colpo di testa ravvicinato è parato da Dragowski, ma sulla respinta arriva il gol dell’ex. Al 14’ arriva la doppietta siglata da Cutrone, che, servito da Calhanoglu, fa partire un tiro di prima intenzione in area, che sorprende Dragowski sul proprio palo. Il 5-1 rossonero al 31’:  Bonaventura supera Cristoforo e calcia col destro dal limite dell’area, infilando la porta anche per la complicità di un Dragowski ancora non esente da colpe.

21 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News