Resta in contatto

Rubriche

Penna in trasferta – Tavellin: “Clima negativo intorno a Pecchia”

Siamo alla vigilia di Cagliari – Hellas Verona, importante scontro diretto per la lotta salvezza. Le due squadre arrivano da momenti difficili ed entrambe hanno fame di punti. Per sapere qualcosa in più sugli avversari dei rossoblù di domani abbiamo sentito per voi il parere di un esperto del calcio veronese, Gianluca Tavellin del quotidiano L’Arena.

Come arriva il Verona a questa gara?
“Il Verona è una squadra che l’anno scorso avrebbe dovuto ammazzare il Campionato di Serie B e non l’ha ammazzato. Quest’anno ha pagato l’equivoco Cassano all’inizio perchè il barese avrebbe portato qualità e fantasia a un reparto che è stato in grande difficoltà. Poi, secondo me, certi errori di Pecchia sono dovuti all’inesperienza. È vero che gli allenatori giovani all’estero sono tutti apprezzati, però ci sono anche delle eccezioni. Si è passati dal garantismo per i grandi santoni di una certa età alla fiducia totale per i giovani ex calciatori, quando in realtà si tratta solo di far quadrare i bilanci societari. L’allenatore è bravo ma ci vogliono anche i giocatori”.

Quindi che clima c’è intorno a Pecchia?
“Molto negativo, però a differenza di altre piazze la società lo difende a spada tratta. Fusco è un ottimo direttore sportivo però è un ds singolare e ha le sue idee. Il suo destino pare legato a quello di Pecchia e per questo ancora non si è cambiata la guida tecnica. Non penso cambierà nulla in caso di sconfitta con il Cagliari, la deadline per Pecchia penso sia col Bologna in casa”.

Ti aspetti una reazione da parte del Verona?
“Il Verona deve dare un segnale e se vuole rimanere in questo Campionato deve fare risultato. Ha avuto un inizio molto difficile: Napoli, Roma, una Fiorentina un po’ diversa dalle ultime uscite, la Lazio, l’Inter. In undici giornate ha trovato cinque o sei squadre molto dotate. L’Hellas ha delle buone idee, ha qualche giovane interessante come Kean che però non dovrebbe giocare perchè ha avuto problemi in settimana. Si trascina un po’ il caso Pazzini, per me dovrebbe sempre giocare dall’inizio. La partita è determinante, bisogna fare punti”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Non credo possa essere Agostini il nuovo ct. Non mi sembra all'altezza."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Rubriche